Amazon.it
Amazon.it

Mare, montagna o città. Qualunque sia la meta prefissata per trascorrere le proprie vacanze, la lettura si rivela sempre una compagna ideale per rilassarsi durante gli assolati mesi estivi. Anche quest’anno, per il settimo consecutivo, Amazon.it ha stilato la classifica delle città italiane che acquistano più libri. Ha preso in esame il numero di titoli in formato cartaceo e digitale acquistati dai clienti di Amazon.it durante l’ultimo anno su base pro capite nei centri abitati con più di 90.000 abitanti.

La classifica di Amazon.it

Milano si conferma regina della lettura per il settimo anno consecutivo, conquistando lo scettro di città più appassionata di libri, sia in formato cartaceo sia in digitale. Padova guadagna la seconda posizione rispetto allo scorso anno, scalzando così Torino che scivola dal terzo al sesto posto della classifica delle città che leggono di più. La rivelazione di quest’anno è Pisa, che entra prepotentemente per la prima volta nella top ten volando direttamente in terza posizione, seguita a sua volta da Bologna e Roma, salde ai piedi del podio rispettivamente al quarto e quinto posto.

Chi sale, chi scende

Alle spalle del capoluogo Piemontese perdono una posizione, ma si mantengono in classifica, anche Verona, Firenze. Bergamo si tiene stretta la nona posizione guadagnata come new entry lo scorso anno. Cagliari scivola undicesima ai margini della top ten e cede così il posto a Vicenza che si guadagna la decima posizione. Altra grande assente è Trento, che perde terreno posizionandosi dodicesima dietro a Cagliari.

Formato digitale

Se si guarda alla classifica delle 10 città italiane che prediligono leggere in formato digitale, scaricando i testi da Amazon.it, Cagliari spicca al terzo posto. Per le prime due posizioni, Milano figura in testa seguita da Padova. Trieste si aggiudica la quarta posizione seguita da Trento, Bolzano, Verona, Vicenza, Bologna e Torino. Grandi assenti dalla top ten delle città che amano la lettura in digitale Bergamo (13a), Firenze (14a) e Roma (16a).