Alto Adige
Alto Adige

É un anno molto speciale il 2019 per tutto il territorio dell’Alto Adige. Sono infatti due gli anniversari importanti attesi per quest’anno. Due numeri diversi e unici che raccontano alla perfezione le bellezze paesaggistiche e le autenticità dell’Alto Adige. I 150 anni dalla prima scalata delle cime più alte delle Dolomiti di Sesto e del Sassolungo in Val Gardena e i 10 anni delle Dolomiti Patrimonio Mondiale dell’UNESCO sono la testimonianza vivente del profondo amore e rispetto che lega gli altoatesini ai tesori di questo territorio.

Gli eventi in Alto Adige

Per festeggiare al meglio due anniversari così significativi, la stagione estiva ormai alle porte si prepara ad animarsi con una serie di eventi e celebrazioni in programma da giugno fino a settembre: concerti, laboratori, workshop e prime proiezioni sono solo un’anteprima delle iniziative dedicate ai 150 anni e i 10 anni più attesi dell’Alto Adige. Il 18 luglio del 1869 tre alpinisti esultano per aver raggiunto la vetta: è il traguardo a cui puntavano. É la Punta dei Tre Scarperi. Solo dopo un mese è lo stesso gruppo a toccare il cielo dalla Cima Grande. É l’inizio di una nuova storia per l’Alto Adige. Inizia la corsa alla vetta, la voglia di spingersi oltre certi limiti e quella irrefrenabile passione per l’alpinismo. Molto più che un semplice sport ma una vera filosofia di vita che, di anno in anno, continua ad affascinare e conquistare sempre più persone. Una disciplina basata su valori profondi e unici a cui il territorio altoatesino è pronto a dedicare un’intera stagione estiva.

Il Peak-nic con vista

Si comincia il 18 luglio con il PEAK-nic con vista. Lo stesso giorno della storica prima scalata. Musica dal vivo e un pic-nic gourmet organizzato ai piedi della Punta dei Tre Scarperi regalano un’esperienza di altissima qualità e di grande divertimento, grazie alle delizie preparate dallo chef stellato Chris Oberhammer e ai racconti, curiosi e inediti, del caporedattore della rivista Alpin oltre che degli ospiti esperti di alpinismo. Una giornata indimenticabile durante la quale il percorso che fu dei primi scalatori sarà illuminato con suggestivi giochi di luce. I festeggiamenti proseguono in Val Gardena il 27 luglio, con l’Hommage al Sassolungo con uno spettacolo di musicisti, alpinisti, slackliner e ballerini. Un progetto culturale che mira ad evocare quest’impresa sportiva nello stesso luogo che fu reso celebre 150 anni. Tra la forcella del Sassolungo e il Rifugio Vicenza a 2.500 metri l’artista Hubert Kostner mette in scena un curioso spettacolo legando diversi massi con corde da roccia. Un chiaro richiamo alla tematica dell’“essere incatenati”.

Tanto altro

Il 21 agosto va in scena, in prima visione, il documentario che racconta i valori incarnati dall’alpinismo. In occasione infatti di quella che fu la seconda scalata degli stessi alpinisti alla Cima Grande, una grande festa di montagna si prepara – intorno alle Tre Cime e nelle loro valli – a rendere onore ai primi 3 eroi che raggiunsero la meta. Il documentario, di e con Reinhold Messner – realizzato con il supporto delle guide alpine, i Vigili del Fuoco di Dobbiaco ed il Soccorso Alpino Alta Pusteria – sarà trasmesso in prima visione nel palaghiaccio di Dobbiaco alle ore 21.00. Il 21 agosto non è solo il momento per assistere alla prima del documentario ma anche il giorno perfetto per esprimere un desiderio. Infatti presso il Rifugio Locatelli sarà inaugurata una capsula del tempo all’interno della quale i bambini potranno inserire i loro desideri dedicati alle Tre Cime e alle maestose Dolomiti. Sogni e aspettative future che saranno letti solo tra 50 anni, nel 2069.

Val di Funes

Chiude il giro dei festeggiamenti la Val di Funes. Dedica ben 2 settimane di appuntamenti ed eventi imperdibili ai 150 anni dell’alpinismo. La rassegna “Anniversario della Montagna” nasce grazie alla passione e alla dedizione di un gruppo di lavoro che ha preparato un fitto programma educativo e al tempo stesso esperenziale, per raccontare al meglio il forte legame tra questa valle e la montagna. Escursioni tematiche, eventi anche per i piccoli e spettacoli serali si alternano per permettere di approfondire tematiche legate alla natura e all’Alto Adige. Tra gli appuntamenti da non perdere, la proiezione multimediale OPER AIR “Le Odle – un sogno vero” con Stefan Braito o l’evento finale “Always Climbing”. Florian Riegler – alpinista esperto – racconta l’esperienza dell’arrampicata.