All’Ora di Amadeusnata durante il lockdown e che conta già un gruppo nutrito di social fans sceglie 10 giorni no stop. Il rotocalco tecnologico, che trasmette su Facebook live, YouTube, Periscope, Twitch e Twitter, è visibile smart TV, computer, tablet e smartphone accelera.

Nuovi ospiti di fama internazionale

Dopo aver ospitato nelle scorse settimane 130 persone, negli ultimi 10 giorni di luglio ha scelto continuare ad andare in onda. L’appuntamento come sempre alle 20.40 con ospiti di fama nazionale e internazionale. Tra gli ospiti Antonio Bacciocchi, per le tendenze, Cristina Cattoni, il 23, che si occupa di benessere, gli Orange Home Records, il 24. E ancora tanti altri. Andrea Sigona il 25, Roberto Pani della Fondazione Teatro Carlo Felice il 26, Dado Moroni, il 28, Gnu Quartet il 29, Greenfog, il 30, Alberto Diaspro il 31.

Da marzo ad oggi più di 130 ospiti

Degli ospiti intervenuto nei mesi passati hanno fatto parte tra gli altri Gianni Martini, Andrea Di Marco, Carlo Denei, Bruno Morchio, Flavio Brighenti, Renato Tortarolo, Max Manfredi e Federico Sirianni, Nicola Alesini, Luca Calabrese, Raffaele Califano.

Una ‘terza pagina’ web

All’Ora di Amadeus nata una manciata di settimane fa ha come ‘padri fondatori’ Flavio Azzarelli e Luca Valerio, poeta genovese. L’idea, ben riuscita, è stata quella di creare una sorta di rotocalco tecnologico, come un’antica “terza pagina” sui social web. Gli autori hanno pensato un format che usasse il social per creare comunità e parlare di società, cultura, arte, musica, costume e spettacolo.

Il richiamo al passato: le tv libere

Lo spirito dell’Ora di Amadeus è quello che animava le “antiche” radio e tv libere, quando con mezzi ridotti si riusciva comunque a diffondere una cultura profondamente presente e radicata nel territorio.

Sciaccaluga e Tigani i fedelissimi

Oltre ai due ideatori, Flavio Azzarelli e Luca Valerio, contribuiscono a rendere vivace ed interessante il format, in qualità di opinionisti ed interlocutori, fedelissimi ed inossidabili fino dalle prime puntate: Guido Sciaccaluga, genovese DOC incline al mugugno e Domenico Tigani, infallibile, compito e sorridente non sbaglia una domanda. E poi, è tutto un attimo con Morghy Bloom e il suo salotto, Paola De Nisco la scrittrice, Stefano Bigliazzi tuttologo e avvocato, Oscar Piaggerella patron di Feelin’ Blue e infine la cantautrice Marian Trapassi che ogni settimana anticipa sul nostro flusso una pillola della sua trasmissione Instagram Because The Night.