alcantara

Alcantara, brand globale made in Italy, veste la più iconica delle Alfa Romeo al debutto in questi giorni. Si tratta degli interni di Alfa Romeo GTA e GTAm caratterizzati da Alcantara plain in colore per offrire un’esperienza di guida in linea con le prestazioni del motore e l’esclusività del brand. Un materiale unico che riesce a coniugare le ragioni dell’estetica e della tecnica senza compromessi.

Alcantara riveste quasi interamente l’abitacolo

Alcantara, in abbinamento alla fibra di carbonio, veste gli interni della GTA (plancia, pannelli porta, imperiale, montanti laterali e rivestimento centrale dei sedili). Ancora più esteso l’utilizzo di questo materiale sulla versione GTAm. Impunture a contrasto in tinta con la carrozzeria e logo GTA ricamato in rosso Alfa Romeo accentuano il carattere racing della vettura. Il prodotto e brand made in Italy riveste quasi interamente l’abitacolo.

Ottime performance di solidità alla luce e resistenza all’usura

Alcantara presenta ottime performance di solidità alla luce e un elevato grado di resistenza all’usura. La sua presenza sul cruscotto evita che i riflessi distolgano il guidatore impegnato a domare i cavalli della Alfa Romeo GTA. Confortevole al tatto e aderente al corpo del guidatore nelle accelerazioni laterali delle curve affrontate ad alta velocità della pista grazie al suo grip estremo, Alcantara è inoltre traspirante.Per queste sue caratteristiche altamente tecniche, è utilizzata per rivestire le parti più esposte a usura, in cui la massima aderenza gioca un ruolo fondamentale, come il centrale della seduta e la parte del volante destinata all’impugnatura.

La leggerezza del materiale

Un elemento strategico per la scelta di Alcantara come rivestimento degli interni è la leggerezza del materiale. Che, in abbinamento al carbonio, consente una sensibile diminuzione complessiva del peso della vettura rispetto ad altri materiali. Oltre alle prestazioni tecniche, la presenza di Alcantara parla di un abitacolo caratterizzato da eleganza, comfort e lifestyle contemporaneo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *