La ricerca del wellness non passa solo attraverso viaggi verso resort situati in località esotiche o soggiorni in spa esclusive. Con i giusti accorgimenti, anche gli ambienti della casa possono essere trasformati in spazi accoglienti, all’interno dei quali dedicarsi al proprio benessere, alla cura del corpo e recuperare le forze e la serenità alla fine di ogni giornata.

Il bagno, in particolare, può rappresentare un angolo nel quale rifugiarsi, alla ricerca di tranquillità e relax, anche concedendosi una semplice doccia rigenerante.
La giusta attenzione nella scelta degli arredi e in quella dei piccoli dettagli, come un soffione per la cromoterapia o delle semplici candele profumate, può essere sufficiente per creare un’atmosfera capace di inebriare i sensi e cancellare qualunque tensione.

Un bagno davvero confortevole, d’altra parte, in primis deve essere un ambiente ordinato e pulito. Tra i tanti particolari da curare, ce ne sono anche alcuni che spesso vengono completamente trascurati e uno di questi è l’immancabile, ma anche terribilmente antigienico, scopino per il wc.
Nella sua semplicità, questo accessorio è indispensabile per garantire che il bagno sia sempre presentabile dopo l’uso, ma sono davvero pochi i padroni di casa che riescono a rispettare una routine di pulizia rigorosa e ad assicurarsi che questo oggetto non si trasformi in un coacervo di batteri e virus.

Per rispondere all’esigenza di un bagno pulito e confortevole per tutta la famiglia, ma anche dalle atmosfere ricercate ed esclusive, è nato Wizzo, un nuovo sistema di pulizia del WC, che elimina la necessità di ricorrere allo scopino, sfruttando un più igienico ed efficace meccanismo ad acqua pressurizzata.

Wizzo è la nuova proposta ideata da Wess Italia: un accessorio per il bagno che sulla carta di presenta curato nell’aspetto e geniale nel funzionamento, unendo l’efficacia pulente dell’idroscopino a muro alle semplicità di utilizzo dello scopino tradizionale.

La domanda, tuttavia, sorge spontanea: questa piccola grande rivoluzione funziona davvero? Per rispondere a questo quesito, abbiamo deciso di testare Wizzo in prima persona.

Wizzo: le caratteristiche

Estratto dalla sua confezione, Wizzo si presenta molto simile ad uno scopino tradizionale, nonostante il design ricercato. Tuttavia, il corpo di questo innovativo accessorio per il bagno non presenta le classiche setole nella parte terminale: per certi versi simile ad una pompa per le ruote della bici, la lancia che eroga il getto d’acqua ha la forma di un sottile cilindro allungato; da un lato, è presente un pistone a scorrimento che termina con un’impugnatura sferica, mentre dall’altro si trova il foro d’uscita dell’acqua.
Incluso nella confezione troviamo anche una sorta di portascopino, che tuttavia non serve solo per riporre Wizzo; la basetta funziona infatti come serbatoio: prima di ogni utilizzo, Wizzo si ricarica di acqua in pochi secondi, prelevandone una quantità fissa proprio dal contenitore/supporto.

Nel complesso, Wizzo è molto leggero, facile da spostare e stabile. Le dimensioni sono paragonabili a quelle di uno scopino tradizionale, quindi può essere tranquillamente posizionato vicino al WC senza creare ingombro.

Materiali

La prima caratteristica di Wizzo che ci colpisce è la scelta dei materiali: la lancia è interamente realizzata in metallo e, più precisamente, in acciaio inox e alluminio anodizzato. La scelta dei materiali non è certo casuale: essi infatti garantiscono leggerezza e resistenza, sia agli urti che all’effetto corrosivo dell’acqua.

La base di Wizzo è realizzata con un particolare materiale plastico di nuova generazione, molto leggero ma eccezionalmente resistente. In più, in casa Wess Italia sono allo studio nuove varianti di Wizzo, che potrebbero vedere l’introduzione di materiali alternativi, per dare vita a linee capaci di fondersi con qualunque stile di arredamento.

Design

Wizzo colpisce non solo perché introduce un sistema semplice e al contempo geniale per provvedere ad un compito tanto ingrato quanto indispensabile come la pulizia dal water dopo l’utilizzo, ma anche perché decora e arricchisce il bagno, rivoluzionando la concezione di un oggetto che normalmente si cerca di nascondere alla vista.

Lo stile di questo accessorio è volutamente minimal: nessuna decorazione invadente, colori tenui e neutri e forme asciutte, per un oggetto che arreda la stanza da bagno con discrezione.

È interessane sottolineare che lo stile estetico scelto per Wizzo è il risultato di un lungo lavoro, firmato dallo studio architettonico di David Mussetti, mirato a integrare funzione, praticità d’uso e design.
Effettivamente, Wizzo è maneggevole e completa il look del bagno adattandosi molto bene a quelli arredati con un stile moderno, di cui riprende materiali e colori.

Wizzo: la funzione

Wizzo elimina qualsiasi traccia indesiderata presente all’interno del WC dopo l’uso con un getto d’acqua sottile come un filo e ad alta pressione, sfruttando un meccanismo a pistone azionato con la pressione del palmo della mano.

Al primo utilizzo, può risultare poco pratico pulire il sanitario con Wizzo, perché occorre capire come orientare il getto pulente facendo un po’ di pratica. Seguendo le istruzioni contenute nella confezione, tuttavia, è difficile commettere errori.

Il primo, indispensabile passaggio, consiste nel riempire d’acqua la basetta di Wizzo. Il serbatoio può contenere circa un litro d’acqua e, come specificato nelle avvertenze d’uso, è importante non aggiungere candeggina o altri detergenti, onde evitare possibili danni alla lancia.

Prima di essere utilizzato per la pulizia, occorre ricaricare Wizzo d’acqua: premendo il pomello verso il basso mentre la lancia è alloggiata nella sua sede, il pistone scorre verso l’alto aspirando circa 80 ml di acqua; bastano una manciata di istanti e Wizzo è pronto per l’uso.
Mentre il flusso dello sciacquone porta via le impurità, azionando manualmente il getto di Wizzo si elimina qualunque residuo resistente, in tutti i punti del WC.

Il sistema si rivela davvero efficace: in pochi attimi e con una singola passata, non rimane nemmeno una minima traccia di sporco. In più, Wizzo agisce senza provocare schizzi indesiderati o gocciare sul pavimento del bagno.

Igiene

L’igiene del bagno migliora davvero sostituendo lo scopino con Wizzo?
La risposta è sì: tra Wizzo e le tracce di materiale organico da rimuovere non c’è mai contatto diretto e, di conseguenza, non si corre il pericolo di spargere sporco e germi al di fuori del water.
Anche l’azione pulente è più approfondita, perché spesso lo scopino non permette di raggiungere gli angoli più nascosti o i punti sotto al livello dell’acqua.

Inoltre, Wizzo contribuisce a rendere più accogliente il bagno anche grazie alla sua funzione deodorante: la parte superiore dell’asta ospita un piccolo scomparto dove è possibile inserire un cordoncino di materiale naturale profumato con un’essenza a propria scelta; azionando la ricarica di Wizzo, in automatico il profumo diffonde nel bagno.

Semplicità

L’utilizzo di Wizzo è molto intuitivo è la forza richiesta per azionare il getto pulente è davvero minima, tanto che anche i bambini possono utilizzarlo in totale sicurezza.
Come accennato, l’unica difficoltà riscontrata durante il primo utilizzo è quella nell’orientare con precisione il getto. Tuttavia, questo problema si risolve rapidamente, mentre si prende la mano con questo nuovo sistema.

Risparmio di acqua

Un piacevole effetto collaterale legato all’uso di Wizzo è la riduzione dei consumi d’acqua in bagno: dal momento che non occorre mai pulire la lancia dopo l’uso, il numero di volte in cui lo sciacquone viene azionato durante il giorno diminuisce considerevolmente, con vantaggi evidenti sia per la bolletta che per l’ambiente.

Di contro, il litro di acqua con il quale periodicamente occorre rabboccare la base/serbatoio è sufficiente per circa una dozzina di ricariche di Wizzo.

Wizzo: lo store online

Efficiente, igienico e aggraziato, Wizzo è l’accessorio che non può mancare in un bagno davvero accogliente e funzionale.
WIZZO dispone di uno store online presso il quale è possibile acquistare il prodotto e che in più propone approfondimenti sulle sue caratteristiche e modalità d’uso, illustrandone il funzionamento con un video.
La procedura di acquisto è semplice e veloce e, una volta completato, l’ordine viene recapitato dal corriere direttamente al domicilio indicato.
La garanzia su ogni articolo acquistato ha una durata pari a due anni, ma è valida anche la formula soddisfatti o rimborsati: entro 14 giorni dall’acquisto è possibile restituire Wizzo e ottenere il rimborso completo dell’acquisto se il prodotto non soddisfa le proprie aspettative.

Può bastare davvero poco per aggiungere alla casa quel tocco in più che la trasforma in un ambiente sicuro e vivibile in ogni momento e, a dispetto della sua umile funzione, Wizzo si rivela il complemento ideale per un bagno moderno e sempre impeccabile.