Happy Days
Happy Days

Oggigiorno le serie televisive vanno per la maggiore. Se “Il trono di spade” e più generale Netflix sono esplosi lo devono anche a quanto successo ormai quasi cinquant’anni fa. Il 15 gennaio del 1974 debuttava negli Stati Uniti quella che viene considerata ancora oggi una delle situation comedy più famose e amate della storia del piccolo schermo. Stiamo parlando di Happy Days.

La storia di Happy Days

La serie, creata da Garry Marshall e andata in onda appunto dal 15 gennaio 1974 al 24 settembre 1984 sul network TV ABC, è ambientata a Milwaukee. Tutto gira attorno alle vicende quotidiane della famiglia Cunningham. E’ composta da Howard, proprietario di un negozio di ferramenta, da sua moglie Marion, casalinga, e dai figli Charles detto “Chuck”, Joanie e soprattutto Richard detto “Richie”. Quest’ultimo veniva impersonificato da un giovanissimo Ron Howard, diventato poi regista di successo. Il personaggio più famoso resta però quello dell’amico Arthur Fonzarelli, detto “Fonzie”.

Happy Days in Italia

La serie, seguitissima negli Stati Uniti, è diventata popolare anche in Italia. E’ stata infatti trasmessa dal 1977 su Rai Uno. Le repliche proseguite negli anni ’80, 90′ e 2000 hanno fatto poi la fortuna anche di altri canali. La tv ha continuato a cavalcare il successo di un telefilm chiaramente imperniato sul sogno americano degli anni ’50 ma amato anche dalle generazioni successive.