Yamaha Tricity 125 cc: prova su strada

Yamaha Tricity 125 cc: prova su strada

0 372
Yamaha Tricity

Girare per la Milano Design Week sulle tre ruote del Yamaha Tricity, questa è stata la mia prova su strada del 125 della casa di Iwata. Un test drive diverso, anomalo, ma che mi ha permesso di poter sfruttare al meglio tutte le caratteristiche di questo tre ruote, per una mobilità innovativa e unica.

Yamaha Tricity, l’alternativa pratica

Yamaha Tricity è un’alternativa pratica, accessibile e divertente. Leggero e compatto, l’ideale per l’ambiente urbano. Spinto da un motore da 125 cc e dotato di un’agilità da scooter, ma con un senso di stabilità superiore grazie alle 3 ruote, l’innovativo Tricity è sembrato subito un bel fattore di novità. Avviamento elettrico, il serbatoio ha una capacità da 6,6 Litri: forse un po’ piccolo, ma abbiamo percorso 120 km consumando circa tre litri, con una media da 40km/l. Un consumo ottimo.

Design moderno e aerodinamico

Le linee della carena sono state disegnate per comunicare un’immagine dinamica e una sensazione di sicurezza. Look svelto e moderno, che trasmette leggerezza e agilità. Lo schermo sportivo e l’ampio scudo offrono una buona protezione contro il vento e la pioggia. La pedana, poi, è molto spaziosa e piatta e offre una posizione di guida confortevole, e permette al pilota di salire e scendere con facilità e rapidità. Il vano sottosella può contenere un casco integrale.

I prezzi

Lo Yamaha Tricity è in vendita a partire da € 3.690,00; sino al 30 aprile, però, ci sono ben 400 euro di accessori in omaggio. Il mio consiglio è di acquistarlo se decidete di muovermi spesso in città, perché la sua agilità e praticità è un fattore chiave di sicuro interesse. Per il resto, dietro c’è tutta l’affidabilità di Yamaha, con un motore monocilindrico raffreddato a liquido 4 tempi, per una potenza massima di 8,1 kW a 9.000 giri/min.

NO COMMENTS

Rispondi