I gestori del servizio continueranno a migliorarlo, ma lo renderanno disponibile sulle piattaforme maggiormente utilizzate

Whatsapp è una delle app più utilizzate dai possessori di smartphone che amano comunicare con i propri contatti più volte nel corso della giornata. A partire dal 2017, però, il servizio non sarà più attivo su alcuni modelli.

Whatsapp si evolve: sarà presente solo su alcuni smartphone

Ormai da qualche anno Whatsapp è uno strumento indispensabile per chi ama comunicare con lo smartphone. E’ possibile infatti mandare messaggi ai propri contatti senza più preoccuparsi della spesa: ogni invio è gratuito.

Presto, però, anche gli utenti più fedeli potrebbero essere costretti a rinunciare al servizio. E’ stata infatti confermata l’intenzione dei gestori dell’app di guardare al futuro, ma concentrandosi sulle piattaforme mobili utilizzate dal numero maggiore di persone. L’intenzione è chiara: l’applicazione abbandonerà gradualmente alcuni dispositivi più vecchi che non danno le funzionalità necessarie per espandere la app.

Periodicamente, infatti, gli utenti vengono invitati a effettuare alcuni aggiornamenti che possono rendere più efficiente il servizio. Con il passare del tempo, però, questa operazione diventerà sempre più “pesante” e ingombrante. Le conseguenze coinvolgeranno la memoria del device. Sarà inoltre indispensabile essere in possesso di alcuni requisiti minimi per scheda video e processore.

Da poco è infatti possibile effettuare anche le videochiamate, oltre a poter vedere in streaming i video senza necessità di scaricarli. E’ previsto anche l’arrivo della funzione Whatsapp Status, simile a Stories di Instagram.

Whatsapp non funziona quali sono i modelli a rischio

Essere in possesso dello smartphone all’ultima moda è diventata ormai una tendenza quasi irrinunciabile. Molti saranno però costretti a farlo se vorranno continuare a utilizzare Whatsapp.

Entro la fine del 2016. infatti, il servizio non sarà più attivo sui seguenti modelli: BlackBerry OS e BlackBerry 10, Nokia S40, Nokia Symbian S60, Android 2.1 e 2.2, Windows Phone 7 e iPhone 3GS/iOS 6. Per alcuni il termine sarà comunque posticipato a giugno 2017 con un aggiornamento successivo sul blog. Si tratta di BlackBerry, BlackBerry 10, Nokia S40 e Nokia Symbian S60.

Superata la metà dell’anno in arrivo diventerà però praticamente necessario cambiare smartphone per continuare a comunicare con i contatti che utilizzano l’app.

NO COMMENTS

Rispondi