Umberto Tozzi, uno dei migliori interpreti nel panorama musicale italiano, festeggia oggi il suo 65esimo compleanno. L’apice del successo risale al 1988, quando vince il Festival di Sanremo con Gianni Morandi ed Enrico Ruggeri.

Umberto Tozzi: i suoi successi più importanti

Umberto Tozzi sin da giovanissimo manifesta una grande passione per la musica. Il primo successo lo ottiene a soli 19 anni, nel 1971, grazie al brano “Un corpo un’anima”, interpretata insieme a Wess e Dori Ghezzi. Grazie a questa canzone il trio vince “Canzonissima”, uno degli spettacoli di maggiore successo del periodo.

Il cantante non ha timore a mettersi in mostra con pezzi già interpretati da altri. Anzi considera questo momento un’opportunità per far conoscere il suo timbro di voce davvero particolare. Ne è un esempio “Io camminerò” di Fausto Leali del 1976. Subito dopo è il momento del suo primo album dal titolo “Donna amante mia”.

Ancora oggi ci è facle ricollegare il suo nome a varie canzoni. Praticamente tutti almeno una volta abbiamo infatti canticchiato “Ti amo”, risalente al 1977. Un vero successo per l’epoca, che gli permette di ottenere un record di vendite.

L’anno successivo è la volta di “Tu”. Nel 1979 arriva invece forse il suo brano che meglio lo identifica, “Gloria”, con cui esprime la forza dei sentimenti. Di questo brano non sono mancate le versioni in lingua straniera: una scelta che ha contribuito a renderlo una stella anche al di fuori dei confini italiani.

Altri successi imprtanti arrivano negli anni ’80. In questo periodo ricordiamo “In concerto”, “Notte rosa”, “Eva” e “Hurra”.

Nel 1988 decide di salire su un palco importante come quello dell’Ariston: al Festival di Sanremo interpreta “Si può dare di più” con Enrico Ruggeri e Gianni Morandi. Il trio conquista il primo posto e cattura tutti per il loro entusiasmo. Nel 2000 deciderà di partecipare nuovamente alla kermesse con “Un’altra vita”.

Umberto Tozzi: il successo fuori dall’Italia

È uno dei cantanti italiani più popolari all’estero: ha venduto nel corso della sua carriera oltre 70 milioni di dischi.

Il 2 luglio 2011 viene scelto per cantare alle nozze del principe Alberto di Monaco con Charlène Wittstock, dietro invito dello stesso principe.

Sono diversi i suoi brani che vengono apprezzati anche da chi non è italiano. Tra quest, c’è certamente “Gloria”, scelta come colonna sonora del film “The Wolf of Wall Street” con Leonardo di Caprio, uscito nel 2013.

Umberto Tozzi: i problemi con la giustizia

Nonostante i successi ottenuti in carriera, non sono mancati finora i problemi nella vita di Tozzi. Il 16 giugno 2012 viene infatti condannato a un anno di reclusione per evasione fiscale.

Il 18 novembre 2014 in appello viene condannato a 8 mesi di reclusione (pena sospesa) per un’evasione da 800.000 euro per il periodo 2002-2005 (data la prescrizione gli è stata contestata solo l’evasione del 2005). Ormai da più di vent’anni il cantante vive nel Principato di Monaco con la famiglia, ma questo non gli ha impedito di ottenere le condanne. Pur avendo spostato la residenza all’estero, infatti, deve versare le tasse in Italia dove ha ancora i suoi principali interessi economici.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here