Thomas Nickell

Il 18enne musicista newyorchese Thomas Nickell, giovane acclamato per le doti di pianista e compositore, torna in Italia per un trittico di concerti (25, 26 e 27 maggio). Tutti i live saranno aperti al pubblico e gratuiti.

Thomas Nickell: il legame con l’Italia

Thomas Nickell ha solo 18 anni, ma nonostante la giovane età è già un talento. Il pianista, originario di New York, ha già ottenuto numerosi riconoscimenti oltre i suoi confini. Ora si appresta a tornare in Italia per tre concerti, in programma nelle Marche.

Il luogo non è stato scelto a caso. Si tratta infatti di una terra che ha dato i natali ad alcuni tra i massimi rappresentanti della lirica italiana nel mondo. Tra questi, ci sono   Giovan Battista Pergolesi e Gioacchino Rossini. Ora desidera quindi lanciare un messaggio di speranza e rinascita a pochi mesi dal terremoto che ha colpito quelle terre.

Thomas Nickell: un omaggio a Beethoven

Nickell è reduce dal suo debutto ufficiale nella Weill Recital Hall della Carnegie Hall di New York. Qui è stato acclamato dalla critica per la sua esecuzione da solista, per la prima volta negli Stati Uniti, del concerto per pianoforte Op. 111 di David Matthews.

Ora è atteso ad Ancona per un magistrale omaggio a Beethoven, nella ricorrenza del 190esimo anniversario della sua morte.

L’evento lo vedrà protagonista al pianoforte con l’accompagnamento di 120 persone, tra coristi e strumenti. I musicisti sono stati selezionati tra le realtà musicali più prestigiose del territorio (il Coro Universitario del CRUA – Università Politecnica delle Marche, l’Orchestra Fiati di Ancona e l’Orchestra da Camera “Sinfonietta Gigli” di Recanati, la Corale “F. Tomassini” di Serra de’ Conti e il Coro Giovanile “La Città dei Suoni” di Ancona) e diretti dai Maestri Laura Petrocchi, Mirco Barani e Luca Mengoni.

Solisti saranno invece il soprano Giacinta Nicotra, il mezzosoprano Beatrice Mezzanotte, il tenore Gianluca Pasolini e il basso-baritono Lucio Mauti.

Il risultato sarà una grande esibizione capace di far interagire i musicisti di due continenti, le cui sensibilità si sono riconosciute anche in un desiderio comune: donare, anche solo idealmente, la loro arte ai territori colpiti dal sisma del 2016 “perché la musica, come la bellezza, sa sempre essere ispiratrice di nuovi legami e consonanze e, insieme, linguaggio di speranza”.

Thomas Nickell: le date da non perdere

L’appuntamento è fissato per giovedì 25 maggio, alle ore 21.15, nell’Aula Magna
dell’Università Politecnica delle Marche (Polo Monte Dago di Ancona). L’ateneo
marchigiano ospiterà eccezionalmente l’evento nell’ambito del Fuori Cartellone del Your Future Festival 2017. L’iniziativa è organizzata per il quarto anno consecutivo per aprire l’università al territorio. Un’occasione per creare momenti di confronto e contaminazione con il coinvolgimento delle eccellenze locali e non solo.

Il concerto sarà replicato il giorno dopo, alla stessa ora, a Jesi. Il luogo scelto è la Cattedrale di San Settimio, cuore pulsante del centro storico del borgo medievale marchigiano.

Il giovane non vede l’ora di esibirsi in Italia: “E’ per me sempre un grande privilegio e onore suonare nel Paese dove posso essere ispirato dalla vita di colui che viene giustamente considerato uno dei più grandi compositori della storia – ha detto Nickell -. Scoprire Verdi mi ha portato, sia come pianista che come compositore, a costruire la mia strada, a esplorare tutti i modi, così diversi e unici nel loro genere, con cui la musica può cambiare le nostre vite e darci un’identità e una finalità più ampia e profonda. Mi ha fatto capire il livello a cui devono ambire tutti gli artisti. Ho capito anche il potere che la musica ha nell’indirizzare un Paese e i suoi cittadini sulla strada della grandezza”.

La tournée marchigiana di Thomas Nickell si concluderà sabato 27 maggio. Alle ore 21.30, nella chiesa di Santa Maria a Portonovo, lungo la Riviera del Conero, csi terrà il terzo concerto.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here