L’Olimpiade è un sogno e, in quanto tale, va inseguito. Rincorso, acciuffato. Non importa come, l’importante è non fermarsi mai e proseguire sulla propria strada. Perché i sogni sono la conclusione di un lungo percorso di emozioni, di esperienze, di sorrisi e di lacrime. Storie che s’intrecciano, tra pianti e gioia, tra medaglie conquistate, sfiorate e mancate. Ma, come sempre, dietro ai grandi sogni ci sono anche grandi progetti e grandi aziende. Senza il loro supporto, difficilmente si riuscirebbero a concretizzare i risultati più eclatanti della storia recente dello sport. Un po’ come fa Bridgestone, Partner Mondiale dei Giochi Olimpici, che ha deciso di appoggiare l’esperienza sportiva di tre atleti. Tre ambassador, come piace definirli oggi, che oltre a portare l’esperienza di un’azienda leader mondiale nella produzione di pneumatici e prodotti in gomma, avranno anche il compito di non smettere di sognare. E di pensare a Tokyo 2020 come ad una tappa fondamentale.

Tre ambassador per Bridgestone

Bridgestone ha annunciato l’attivazione italiana della Partnership Olimpica Mondiale durante l’evento di lancio a Milano. Più precisamente presso lo Spazio Gessi nella centralissima Via Manzoni. Appuntamento con Gianmarco Tamberi, Gregorio Paltrinieri e Valeria Straneo, i tre campioni sportivi protagonisti della campagna “Insegui Il Tuo Sogno, Non Fermarti Mai”. Tre storie diverse, per ispirare le persone a raggiungere i propri obiettivi nonostante le difficoltà.

Gianmarco Tamberi e l’infortunio maledetto

La storia di Gianmarco Tamberi è conosciuta. Da favorito per la medaglia d’Oro di salto in alto alle Olimpiadi di Rio 2016 a semplice spettatore. Distorsione della caviglia sinistra, due interventi chirurgici e mesi di riabilitazione. Ora si torna a sognare: “Allenamento, sacrificio: farò in modo che tutto questo possa essere ripagato. Dimostrerò di cosa sono capace, arriverò alle Olimpiadi. Nulla può fermarmi da Tokyo. Nulla”.

Valeria Straneo e l’essere atleta e mamma

E poi c’è Valeria Straneo. Problemi di salute, la maternità e l’insegnamento. Non si è mai arresa e questo le ha permesso di raggiungere importanti traguardi sportivi. “Non ho mai smesso di inseguire il mio sogno, sentivo la passione crescere più forte tutti i giorni. Anche nei momenti più difficili”.

Gregorio Paltrinieri e il terremoto

 

E poi Gregorio Paltrinieri, che mentre si preparava ai Giochi Olimpici di Londra 2012 ricevette la notizia del terremoto che investì anche Carpi, sua città d’origine. Aveva 17 anni: “Ho mantenuto la concentrazione. La mia famiglia e i miei amici erano nel mio cuore in quel momento. Il mio impegno è per loro, per donare speranza”.

Bridgestone “qualificata” alle Olimpiadi fino al 2024

Bridgestone, leader mondiale nella produzione di pneumatici e prodotti in gomma, inizia il viaggio nel mondo Olimpico in qualità di Top Partner del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) fino al 2024. Stefano Parisi -Managing Director di Bridgestone Europe South Region- commenta: “Siamo orgogliosi di aver intrapreso, come TOP Partner, questo percorso con il Movimento Olimpico Internazionale per supportare attivamente tutta la società e le persone che ogni giorno inseguono il proprio sogno. L’impegno della più grande azienda di pneumatici al mondo coinvolgerà centinaia di milioni di persone a partire dalle Olimpiadi invernali di PyeongChang 2018, i Giochi Olimpici di Tokyo di 2020, le Olimpiadi invernali a Beijing 2022 fino ai Giochi Olimpici del 2024. La campagna verrà attivata su innovative piattaforme digitali e in numerosi eventi dedicati al grande pubblico con particolare attenzione alle future generazioni”.