scatola KFC ricarica smartphone

I cellulari moderni sono ricchi di funzionalità, ma hanno il difetto di avere batterie dalla scarsa durata. Cosa fare quindi se in caso di necessità lo smartphone ci abbandona? Ora in India KFC ha lanciato una soluzione innovativa per risolvere il problema.

La soluzione Watt-a-box

Kentucky Fried Chicken, meglio noto come KFC, ha lanciato Watt-a-box, un nuovo gadget telefonico che può essere vinto solo in alcuni ristoranti. Si tratta di una scatola contenente il cibo ordinato dotata di una presa per il caricabatterie dello smartphone o di qualsiasi altro dispositivo con connettività USB. L’operazione può essere fatta semplicemente, mentre ci si siede a tavola per mangiare. Al momento la novità è disponibile solo in alcuni ristoranti a Mumbai e Delhi. Si punta ovviamente a diffonderla su scala più ampia. Saranno certamente in tanti ad augurarsi di poterla vedere presto anche in Italia. Uno strumento simile è infatti un aiuto importante per risolvere il problema della scarsa autonomia degli smartphone.

Le caratteristiche del gadget

La scatola ricarica smarphone è stata voluta dal reparto marketing indiano per incrementare i clienti. Capita spesso, infatti, che si scelga di non restare troppo a lungo lontano da casa per non ritrovarsi con la batteria scarica. Grazie a Watt-a-box si punta invece a colmare questa lacuna. Il problema, però, secondo gli ultimi riscontri, è stato risolto solo in parte. con una batteria estraibile da 6100 mAh, in mezzora è infatti riuscito a caricare del 17% un iPhone 5S.

Le altre soluzioni innovative targate KFC

La catena di ristorazione statunitense già in passato ha lanciato strumenti in grado di rivoluzionare le abitudini. In passato, infatti, aveva introdotto sacchi di pollo con una mini stampante integrata (in Canada). Più recentemente, invece, in un ristorante di Shangai era arrivato un robot in grado di prendere le ordinazioni dei clienti tramite comandi vocali. Singolare anche lo smalto commestibille diffuso a Hong Kong.