Spqr
Spqr

Roma è da sempre la città eterna. Perché qui iniziò la civiltà, perché Roma ha un fascino unico ed è immortale. Ma è anche la città dei mille vizi e delle mille virtù. E anche delle mille università.

Già, perché tra pubbliche e private si calcola che solo nell’arco di sette quartieri esistono ben 16 poli universitari: La Sapienza o Tor Vergata, LUISS, LUMSA o Unicusano, l’importante è essere studenti a Roma.

Ed è proprio l’Università Niccolò Cusano protagonista con il suo S.P.Q.R. – Studenti per Quartieri a Roma; una mappa/infografica che indica, zona per zona, quali sono i migliori quartieri per vivere nella Capitale da studente universitario e quali i locali più frequentati tra una lezione, un esame e lo studio.

Essere studente a Roma, su un territorio che offre tanto, tantissimo. E su questa mappa ci sono tutte le informazioni che ci servono: l’indagine effettuata dall’Università Niccolò Cusano offre una panoramica del territorio romano incredibile, una città setacciata per far capire, zona per zona, quali sono i pro i contro di una vita universitaria serena.


Alcuni esempi possono spiegare meglio quanto sia precisa e meticolosa questa infografica: nel quartiere di San Giovanni/Appio Latino, ad esempio, è consigliato perché zona residenziale abbastanza tranquilla con una folta rete di collegamenti, ma dall’altro lato poco indicato nel caso si tratti di trovare parcheggio per auto.

Ai Parioli, invece, tanti luoghi d’interesse culturale ma costi d’affitto di una stanza molto elevati. Già, i costi: nell’infografica c’è scritto anche quanto bisogna pagare annualmente per la retta universitaria, per l’affitto di una stanza, per vivere la socialità da studente, per i trasporti.

SHARE
Previous articleVacanze, ecco dove andranno gli italiani
Next articleWebSite X5: la salvezza del web

Nasce in Calabria, cresce a Milano. Mezzadro del mestiere, si sente più blogger che giornalista. Una vita trascorsa a pane e calciomercato, segue tutti gli sport ma non ne pratica uno, teoria che ha accompagnato i più grandi giornalisti italiani. Che sia la strada giusta? Forse. Per ora si diletta a fare il giornalista. Con che risultati, decidete voi…

1 COMMENT