Rigenerazione dei tessuti

La cartilagine può crescere e rigenerare le articolazioni senza dover utilizzare protesi metalliche. Grazie alle recenti ricerche, sono stati compiuti grandi passi in avanti nel campo della rigenerazione dei tessuti.

Rigenerazione dei tessuti: protesi, ultima spiaggia

Impiantare una protesi è suggerito soprattutto ai pazienti di età avanzata per due ragioni. Innanzitutto, i tessuti si rigenerano più lentamente e, come se ciò non bastasse, le possibilità di rigenerarne uno nuovo risultano minime. In questi casi è l’unica alternativa a disposizione. Test scientifici dimostrano che la riparazione naturale di cartilagini, articolazioni e tessuti ossei è una realtà terapeutica. Aumentano infatti i centri competenti nel trattamento delle lesioni della cartilagine ed osteocondrali, che riguardano cioè anche l’osso sottostante.


Rigenerazione dei tessuti: ottimale per i giovani

I pazienti che subiscono una lesione articolare o cartilaginea, persino ossea, traggono significativi benefici dalle moderne tecniche. Con un intervento biologico-rigenerativo possono curarsi e posticipare di molti anni (o addirittura evitare) l’impianto di una protesi metallica. Che è sconsigliato a giovani pazienti, in quanto rende necessaria la sostituzione, totale o parziale, dell’articolazione. E le componenti metalliche si comportano diversamente, soprattutto se impiantate al ginocchio. Hanno una vita media attorno ai 15 anni (massimo 20 anni) e un elevato tasso di fallimento. Un impianto protesico va pertanto sostituito, soggetto all’usura. Quando avviene in età avanzata, il re-intervento comporta alti rischi, sia per l’operazione che per la protesi da revisione.

Rigenerazione dei tessuti: recupero completo delle funzioni

L’impiego di un presidio biologico nella lesione e di uno scaffold, composto da nanostrutture complesse, stimola la rigenerazione della cartilagine. Emerge, da evidenze cliniche e scientifiche, che il tessuto viene rigenerato e la lesione guarisce naturalmente. Dopo l’intervento occorre chiaramente intraprendere un’idonea riabilitazione. Processo questo finalizzato prevalentemente alla rieducazione articolare. Quindi a recuperare pienamente le funzionalità di flessione/estensione e la capacità di movimento. #lesionicartilaginee

Buzzoole