Puoi baciare lo sposo
Puoi baciare lo sposo

Sarà nelle sale da giovedì 1 marzo “Puoi baciare lo sposo“, il nuovo film di Alessandro Genovesi. Si tratta di una commedia all’italiana, con Diego Abatantuono, Monica Guerritore, Salvatore Esposito e tanti altri. Noi di Time Magazine l’abbiamo visto in anteprima all’Anteo Spazio Cinema di Milano.

La trama di “Puoi baciare lo sposo”

“Puoi baciare lo sposo” ruota attorno ad un tema di grande attualità: i matrimoni gay. Antonio (interpretato da Cristiano Caccamo) ha infatti chiesto a Paolo (Salvatore Esposito) di sposarlo. Fin qui nessun problema, se non fosse che resta da comunicare la lieta notizia alle famiglie. I due futuri sposi partono quindi da Berlino, dove vivono, per andare a chiedere un benestare per nulla scontato…

Puoi baciare lo sposo
Puoi baciare lo sposo

Il ruolo di Diego Abatantuono

La mamma di Antonio, Anna (Monica Guerritore), accetta le nozze, pur ponendo alcune condizioni. Dall’organizzazione affidata a Enzo Miccio (interpretato dal famoso wedding planner in persona) alla celebrazione che dovrà essere officiata da suo marito. Papà Roberto (un fantastico Diego Abatantuono) è infatti il sindaco dello splendido borgo di Civita di Bagnoregio. La notizia lo coglie alla sprovvista ma non fa nulla per nascondere il proprio parere contrario. Aperto alle diversità, si trova a fare i conti con qualcosa di più personale e che rischia di far saltare anche il suo di matrimonio.

Gli altri personaggi

Molto convincente la prova d’attore di Salvatore Esposito. Legato quasi indissolubilmente al suo ruolo in Gomorra, riesce soprattutto a non risultare macchiettistico. Il lato ironico della vicenda è stato lasciato soprattutto ad un divertentissimo Dino Abbrescia. Donato è uno stressato coinquilino che ama vestirsi da donna e segue i futuri sposi nel loro viaggio. La “squadra” per questa missione impossibile è completata da Benedetta (Diana Del Bufalo), amica che risulta meno convincente degli altri personaggi.

Puoi baciare lo sposo
Puoi baciare lo sposo

Il regista Alessandro Genovese

Alessandro Genovese è soddisfatto di come è riuscito il film. “Desideravo realizzare una storia brillante di taglio anglosassone. L’idea nasce da un musical di grande successo, ‘My Big Italian Gay Wedding‘. Ho richiesto a tutti un assoluto realismo in modo che non ci fosse mai distanza tra attore personaggio”. Obiettivo perfettamente raggiunto. “Puoi baciare lo sposo” è un film divertente senza essere irrisorio, difficile visto il tema affrontato.