Per amor vostro: gioia e dolore, in bianco e nero

Per amor vostro: gioia e dolore, in bianco e nero

0 1041

I film, spesso, sono portatori di grandi significati ed emozioni e non è da meno “Per amor vostro”, pellicola in concorso al Festival di Venezia che vede una grande Valerio Golino interprete principale.

Per amor vostro
Per amor vostro

Una storia, una trama, un resoconto ed un racconto, che non lasciano dubbi sul fatto di come questa pellicola sia da intendere come un lavoro introspettivo della protagonista Anna, interpretata appunto da Valeria Golino. Un film girato integralmente in bianco e nero, il modo in cui vede la sua vita la protagonista.

Buzzoole

Anna, madre di tre adolescenti, due ragazze e un ragazzo sordo, una persona talmente fragile e allo stesso tempo complessa da vedere tutto in bianco e nero tranne il mare, del quale però ha paura.

Per amor vostro di Beppe Gaudino
Per amor vostro di Beppe Gaudino

Temi forti ed attuali, per una pellicola che si preannuncia come una delle novità di questa stagione. Rimane da chiedersi se Anna non sia davvero lo specchio di chi vive quotidianamente con tanti problemi, difficoltà che sembrano insormontabili. Una vita contraddistinta dai ritmi del quotidiano, dalle preoccupazioni dall’avere un figlio sordo.

Non sembrano esserci vie d’uscite da questa monotonia fino a quando non nasce il nuovo amore: ma può tutto ciò rendere felice le persone? L’incontro con Michele, interpretato da Adriano Giannini, fa cambiare qualcosa nella vita di Anna: s’innamora, come non accadeva da tempo, ma cosa cambia?

Per amor vostro di Beppe Gaudino
Per amor vostro di Beppe Gaudino

 

E poi c’è la paura del mare, l’unica cosa che vede a colori: perché? Il coraggio di cambiare, di dire no alla routine e di provare a cambiare. Temi forti, che vengono trattati in un contesto dove viene mostrata anche la criminalità organizzata, il lavoro precario, la povertà del sud Italia, ma anche dell’amore per la famiglia e delle tradizioni popolari napoletane.

E noi, nella vita, siamo coraggiosi e abbiamo il coraggio di fare scelte scomode?

 

 

NO COMMENTS

Rispondi