Nuovo Kadjar
Nuovo Kadjar

Fin dal suo lancio nel 2015, Renault Kadjar ha saputo imporsi nel segmento dei SUV compatti, conquistando una grande fetta di clientela grazie al design distintivo e robusto, alle doti dinamiche e al comfort, potendo altresì contare sul know-how del partner Nissan in fatto di trasmissione integrale e performance 4×4. Nuovo Kadjar si evolve da ogni punto di vista, vantando uno stile più dinamico e moderno. Conserva i codici tradizionali dei SUV, ma diventa più seducente e più statutario.

Nuovo Kadjar
Nuovo Kadjar

Nuovo Kadjar, firma luminosa

Nella parte anteriore il Nuovo Kadjar riprende la firma luminosa a forma di C (C-Shape) che caratterizza l’identità della gamma Renault. La consolida aggiungendo alle luci diurne anche gli indicatori di direzione a LED. Con la tecnologia LED Pure Vision, anche i fendinebbia sono dotati di LED1, per un minor consumo di energia pari a un sesto rispetto ai fari alogeni. I fendinebbia diventano rettangolari, rinforzando così il look sportivo di Kadjar.

Nuovo Kadjar
Nuovo Kadjar

Un nuovo schermo touch multimediale più elegante

Nella parte centrale del cruscotto è inserito un nuovo schermo touch multimediale a tecnologia capacitiva, che offre più luminosità e maggiore sensibilità. Questo schermo da 7 pollici comprende il monitor del sistema R-LINK 2 affiancato sui due lati dai pulsanti di controllo. Perfettamente ben integrato il sistema è a filo con la superficie del cruscotto. Il design di quest’ultimo guadagna in fluidità ed eleganza.

Nuovo Kadjar
Nuovo Kadjar

Motori più efficienti e più performanti

Nuovo Kadjar adotta l’ultima generazione di motori Renault. Entrambe le alimentazioni, benzina e Diesel, integrano le ultime tecnologie di riduzione dei gas di scarico per rispettare le norme vigenti. Puntano al piacere di guida e alla performance, migliorando i consumi. La trasmissione integrale 4WD di Kadjar può contare sulle grandi competenze di Nissan. Consente a Kadjar di muoversi perfettamente a suo agio sulle strade scivolose, per esempio in inverno, per raggiungere le stazioni sciistiche, ma anche sui terreni più soffici.