Nissan GT-R

Jann Mardenborough ha guidato sul circuito di Silverstone una Nissan GT-R ad una velocità di oltre 210 Km/h. Fin qui non ci sarebbe nulla di strano, tranne il fatto che per gestirla ha utilizzato un game controller per PlayStation4.

Il ragazzo, vincitore della GT Academy e pilota NISMO, oltre che a essere un appassionato di videogame, ha guidato la sportiva giapponese da un elicottero.

Nissan GT-R – Jann Mardenborough – DualShock4

Il mondo reale delle piste e la realtà virtuale dei videogiochi si sono uniti per festeggiare un anniversario e l’uscita del nuovo Gran Turismo Sport. Innanzitutto sarà disponibile dal 18 Ottobre il nuovo videogioco dove le auto sono protagoniste di gare automobilistiche. In secondo luogo, Nissan festeggia i 20 anni di presenza in tale videogame.

Nissan GT-R

Nissan GB per l’occasione ha realizzato una specifica GT-R/C. Questa versione è stata progettata per essere guidata con un controller DualShock4. L’auto presa come base è una R35 del 2011, anno in cui Jann Mardenborough ha vinto la GT Academy.

Nissan GT-R

Nissan GT-R R35 PS4

Questa Nissan, equipaggiata con un V6 standard da 542 cv è stata progettata nel Regno Unito da JLB Design Ltd. Questa versione molto particolare, integra 4 robot che hanno il compito di gestire lo sterzo, la trasmissione, i freni e l’acceleratore. Per garantire un’ottima reattività, tale sistema è stato sviluppato per far si che la comunicazione tra il game controller ed il computer che gestisce il tutto, avvenga nella maniera più rapida possibile.

I 6 computer montati sulla GT-R garantiscono l’aggiornamento dei dati fino a 100 volte al secondo. Il tutto avviene in modalità wireless e la copertura è di un chilometro. Infatti nel test, l’elicottero ha seguito costantemente l’auto.

Nissan GT-R

Per garantire la sicurezza della prova, la Nissan GT-R /C, è stata equipaggiata di 2 sistemi di sicurezza indipendenti. Tali sistemi, gestiti da due operatori, garantiscono l’intervento dell’impianto ABS e l’arresto del motore in caso di bisogno.

Invece per aiutare Mardenborough a percepire la velocità del veicolo, è stato installato nella cabina dell’elicottero un sensore VBOX Motorsport della Racelogic. Questo apparecchio infatti è in grado di inviare i dati relativi alla velocità della macchina.

Nissan GT-R

Con la bravura dei progettisti e di Jann è stato possibile completare un giro di circuito in 1:17:47 ad una velocità media di 122 Km/h. Invece la velocità massima raggiunta è stata di 211 Km/h. Considerando che la velocità media che un pilota che guida l’auto è di 134 Km/h, bisogna dire che il risultato ottenuto in questo test è più che ottimo.

Jann Mardenborough e James Brighton

James Brighton di JLB Design Ltd. ha commentato: “GT-R /C ci ha posto sfide inedite, spingendoci ad adottare nuovi approcci ingegneristici. Dovevamo assicurarci che i sistemi robotici funzionassero in maniera efficace durante le fasi rapide di accelerazione/decelerazione e nelle curve veloci caratterizzate da elevate forze centrifughe. Inoltre dovevamo offrire un controllo realistico e rassicurante a qualsiasi velocità e mantenere una solida connessione tra l’auto e il controller DualShock®4, a distanze variabili e con un minimo ritardo nei tempi di risposta dei robot.”

Tutte queste sfide sono state vinte, ma se Jann ha imparato a destreggiarsi con il veicolo in un periodo brevissimo, registrando dei tempi davvero impressionanti, è anche merito delle sue indiscutibili doti da pilota.”

Jann Mardenborough ha aggiunto: “È stata un’esperienza esaltante, un’emozione irripetibile. GT-R /C ha unito i miei due mondi – la dimensione virtuale dei videogame e la realtà degli sport motoristici – in un modo che non credevo possibile. La risposta dell’auto mentre usavo il controller era molto più coinvolgente di quanto mi aspettassi. JLB Design ha fatto un lavoro incredibile in questo senso.”

Sterzo, accelerazione e frenata erano configurati in maniera intelligente, consentendo il massimo controllo, perciò riuscivo davvero a sentire le curve e a mantenere la traiettoria, anche nei tratti più veloci. Guidare da remoto una GT-R di dimensioni standard lanciata a 211 km/h sul circuito di Silverstone, e seguirla contemporaneamente a bordo di un elicottero, è stata un’esperienza indimenticabile. Queste sì che sono innovazioni entusiasmanti!”

Bisogna proprio dire che è un progetto molto avveniristico e che personalmente parlando mi piace parecchio. Lo sviluppo di tale tecnologie porta a migliorarsi continuamente, proprio come Nissan.

Per incentivare i ragazzi ad intraprendere percorsi scolastici e successivamente universitari nei campi della scienza e della tecnologia, Nissan nel 2018 porterà la GT-R /C nelle scuole elementari e media.

Un progetto così fa venir voglia di tornare sui banchi di scuola e di rimettersi a studiare.

Nissan GT-R

 

 

SHARE
Previous articleDs Automobiles e lo sviluppo del brand ONLY YOU
Next articleZac Efron: bello e seducente, storia di un mito

Appassionato di auto e di tutto ciò che le riguarda, dopo diverse esperienze lavorative in questo settore in aziende che progettano e producono componentistica specifica, ho deciso di intraprendere la carriera di Automotive Web Author e Automotive Digital Manager. Sono convinto che il digitale sia l’arma migliore per dare innovazione al settore automobilistico. Passione e competenza mi accompagnano in ogni mio articolo.