Le Nike Air Jordan, uno dei miti di sempre, si rinnovano con l’arrivo delle nuove Air Jordan XXXII; le Air Jordan XXXII Rosso Corsa saranno disponibili dal 23 settembre, le Air Jordan XXXII Bred dal 18 ottobre.

La Air Jordan XXXII

La scarpa, disegnata da Tate Kuerbis, porta sul parquet lo stile e l’innovazione apprezzati dagli atleti del team Jordan. Nella tradizione della linea Air Jordan, non è mai mancato l’equilibrio tra innovazione e stile. Ad esempio, la Air Jordan II è famosa per il suo sofisticato aspetto italiano, ma anche per l’elemento innovativo che ne contraddistingue la suola. Gli inserti leggeri di nabuk e il tessuto le conferivano un’eleganza evidente alla IV, ma in realtà erano stati scelti per le loro caratteristiche intrinseche di prestazione. E la decisione di utilizzare una tomaia in pelle verniciata per la XI è stata la prima scelta, tanto per la resilienza del materiale quanto per la sua vestibilità. L’elenco continua fino alla nuova Air Jordan XXXII, una scarpa ispirata all’essenza della Air Jordan II, ma ricca di una tecnologia che va ben oltre il visibile.

Nike Air Jordan, mito e modernità

Mentre le pelli di lusso, la struttura e le forme della Air Jordan II esprimono in modo più evidente l’abilità artigianale, quello che sta sotto al piede è ciò che evidenzia al meglio la reale evoluzione della scarpa nella linea Jordan. L’unità della suola, basata su PU a iniezione diretta, ha richiesto l’ingegno italiano. E successivamente ha portato NIKE un passo avanti nella progettazione e realizzazione di calzature. In modo analogo, l’Air Jordan XXXII beneficia della profonda maestria raggiunta da Nike nei propri tessuti. Che ha portato alla prima tomaia Flyknit, realizzata con filati estremamente robusti.

Come viene creata

Creata con filati ad alta resistenza, la Air Jordan XXXII Flyknit propone un nuovo livello di prestazioni e comfort per le scarpe in campo. Più flessibile di qualsiasi precedente tomaia Jordan, la struttura a maglia della XXXII riduce la rigidità all’avampiede e rivede in chiave moderna la punta della Jordan II. La realizzazione digitale della maglia è equilibrata da un’applicazione più tradizionale di pelle sagomata o scamosciata al contrafforte del tallone. Una caratteristica che sottolinea un livello di eleganza sportiva legato al DNA della Jordan fin dalla II.