Nelson Mandela International Day

Dal 2010 ogni anno, il 18 luglio, ricorre il Nelson Mandela International Day, una giornata per celebrare appieno il leader sudafricano. La data non è scelta a caso: è infatti il giorno del suo compleanno.

Nelson Mandela International Day: lo scopo dell’iniziativa

Il Mandela Day è una giornata celebrata da molti e che racchiude un significato molto importante. In questo momento si festa si punta infatti a ricordare i valori che Mandela voleva diffondere attraverso il volontariato e l’aiuto alla comunità. L’iniziativa vuole sottolineare quanto ognuno di noi abbia la possibilità di trasformare il mondo semplicemente se davvero lo vuole. Basterebbe infatti il contributo di ognuno di noi per migliorare la realtà che ci circonda.

Il leader sudafricano, infatti, si è impegnato in prima linea per ben 67 anni per fare in modo che nel mondo permanesse una forma di giustizia sociale. Questo lo ha spinto a lottare duramente contro l’apartheid, la politica discriminazione razziale perseguita dalle minoranze bianche nella Repubblica Sudafricana. Questa idea veniva portata avanti con ogni mezzo, violenza compresa. I suoi gesti portarono però alla sua abolizione a partire dal 1991.

Sono state le Nazioni Unite a spingere in maniera decisa per l’introduzione del Nelson Mandela International Day. Una scelta fatta per riconoscere il segno lasciato dall’uomo nella storia dell’umanità, anche se ancora troppo spesso si verificano fenomeni di emarginazione.

Nelson Mandela International Day: privato della libertà per difendere le sue idee

Nel corso della sua esistenza Mandela si è sempre distinto per il coraggio e la determinazione. Caratteristiche che non ha mai perso nemmeno quando le circostanze rendevano difficile la difesa delle sue idee.

La sua lotta inizia nel 1961 quando studia come realizzare una guerriglia per sabotare i piani del governo. Da lì parte la sua lotta all’apartheid. Il colpo però non va a buon fine: nell’agosto del 1962 viene infatti arrestato dalla polizia sudafricana in seguito a una “soffiata” della CIA. In prigione restò addirittura per 27 anni con l’accusa di viaggi illegali all’estero e incitamento allo sciopero.

Nonostante la dura oppressione e la lunga detenzione, rinunciò a una strategia violenta e vendicativa in favore di un processo di riconciliazione e pacificazione.

 

6 COMMENTS

  1. Hi! I just wanted to ask if you ever have any trouble with hackers? My last blog (wordpress) was hacked and I ended up losing several weeks of hard work due to no data backup. Do you have any methods to prevent hackers?

  2. With havin so much content do you ever run into any problems of plagorism or copyright infringement? My site has a lot of completely unique content I’ve either authored myself or outsourced but it looks like a lot of it is popping it up all over the web without my agreement. Do you know any methods to help protect against content from being stolen? I’d definitely appreciate it.