Se utilizzi il computer di un'altra persona o presti il tuo ad amici o conoscenti questa modalità di navigazione può essere utile

navigazione anonima

Quando ci si collega a Internet un computer tiene traccia di ogni movimento effettuato, una caratteristica utile ad esempio se si visistano spesso gli stessi siti. In alcuni casi può essere però necessario fare in modo che questo non accada, ad esempio se si utilizza il PC di un’altra persona. Puoi soddisfare questa esigenza con la navigazione anonima. Ecco come fare per impostarla.

Navigazione anonima: quali sono i vantaggi

Grazie alla navigazione anonima, non appena le schede in incognito vengono chiuse, le pagine visualizzate non vengono memorizzate nella cronologia, né nell’archivio dei cookie o delle ricerche. I file scaricati e quanto contenuto nei preferiti viene invece conservato.

La cronologia non riconosce quindi gli indirizzi che vengono visitati nel corso della sessione. La navigazione non viene comunque nascosta al provider Internet  o ai siti visitati.

Navigazione anonima: come impostarla sui vari browser

Quando si naviga in rete ogni utente sceglie di utilizzare solitamente un browser con cui si sente più a proprio agio. Le funzionalità sono simili, ma avere familiarità con uno di questi può aiutare ad accorciare i tempi. Anche per quanto riguarda l’impostazione anonima si riscontrano pochi differenze tra un programma e l’altro.

Google Chrome: la modalità in questo caso è chiamata “navigazione in incognito”. E’ necessario innanzitutto premere sul pulsante con le tre linee orizzontali in alto a destra e poi su “Nuova finestra di navigazione in incognito”. In alternativa, se si preferisce utilizzare una scorciatoia è possibile premere contemporaneamente  Crtl+Maiusc+N.

Mozilla Firefox: puoi procedere con l’attivazione cliccando sul pulsante con le tre linee orizzontali e poi su “Finestra anonima”. La scorciatoia in questo caso consiste nel premere Ctrl+Maiusc+P.

Internet Explorer: questa modalità è disponibile a partire dalla versione 8 ed è chiamata “InPrivate Browsing”. L’attivazione è piuttosto semplice: basta premere sul pulsante a forma di ingranaggio in alto a destra e poi aprire il menu “Sicurezza”. Clicca infine su “InPrivate Browsing”. In alternativa puoi premere Ctrl+Shift+P.

Opera: il browser ha invece chiamato la modalità “navigazione riservata”. Puoi attivarla cliccando sul pulsante in alto a destra a forma di O e poi su “Schede e finestre”. Premi infine su “Nuova scheda riservata” o “Nuova finestra riservata”. In alternativa premi Ctrl+Shift+N

E’ importante precisare però che questa procedura non garantisce un anonimato totale. Il fornitore della propria connessione, il datore di lavoro (se dotato di un programma apposito) o i siti visitati sono in grado di tenere traccia delle operazioni effettuate. Senza un programma specifico di protezione potranno inoltre installarsi sul PC spyware e simili.

Se vuoi evitare queste conseguenze sono disponibili programmi specifici chiamati proxy. Il più utilizzato e semplice è certamente anonymouse.org, disponibile gratuitamente. Basta accedere al sito, inserire l’indirizzo del sito a cui sei interessato e cliccare su “Surf anonymously“.

NO COMMENTS

Rispondi