Nascita di Android

Oggi Android, il sistema operativo mobile di Google più diffuso al mondo, compie 10 anni. Un anno dopo iniziò a essere utilizzato su uno smartphone.

Nascita di Android: il sistema operativo piace perché facile e intuitivo

Il sistema operativo rappresenta una componente fondamentale in uno smartphone o un tablet. Saper utilizzare il software consente infatti di accedere facilmente alle varie funzioni di cui è dotato il dispositivo. Spesso è proprio questo elemento a farci propendere per un modello rispetto a un altro.

L’origine di Android, il sistema targato Google, si deve ad Andy Rubin e Rich Miner (cofondatori di Danger), supportati da Nick Sears (vicepresidente di T-Mobile) e Chris White, che nell’ottobre 2003 arrivano a fondare la Androd Inc. La start up viene acquisita da Google nel 2005, con l’idea di entrare a far parte in modo stabile nella telefonia mobile. L’obiettivo viene centrato il 5 novembre 2007 quando il programma debutta ufficialmente. Il primo dispositivo dotato di sistema operativo Android arriva sul mercato il 22 ottobre 2008: era l’HTC Dream.

Riconoscere la presenza di Android su un dispositivo è davvero semplice: basta riconoscerne il simbolo, un robottino verde. . In breve tempo il dominio di Apple viene sconfitto: oggi il sistema operativo è montato su ben 2 milioni di device, pari all’80% degli smartphone e il 65% dei tablet.

Nascita di Android: la sinergia con i produttori

Tra i motivi della diffusione veloce di Android ci sono i diversi produttori che hanno deciso di avviare un’alleanza con Google. Tra i più importanti ci sono Samsung e Huawei. L’ottava versione del sistema operativo mobile di Google sarà chiamata a scontrarsi con iOS 11.

Il nuovo software, presentato lo scorso agosto, si caratterizza per velocità di elaborazione, sicurezza e fluidità di utilizzo. I miglioramenti rispetto alle precedenti versioni non mancano: tra le novità più interessanti c’è la funzione picture-in-picture che renderà molto semplice passare da un’attività ad un’altra, visualizzando due applicazioni simultaneamente (per esempio un video su YouTube e l’app per prendere appunti).

Il gigante di Mountain View ha inoltre deciso di muoversi attivamente per migliorare il livello di fiducia dei propri utenti. Proprio per questo sarà disponibile Google Play Project, uno strumento pensato per assicurare maggiore protezione contro i malware.

La nuova release sarà disponibile entro fine anno sugli smartphone top di gamma di marchi quali Samsung, Lg, Htc, Motorola, Sony e Nokia.