Arriva finalmente anche sul mercato italiano il nuovo Moto X Force, smartphone di casa Motorola che ha la particolarità di essere davvero infrangibile.

Moto X Force
Moto X Force

SCHERMO ROTTO, VETRO FRAGILE – Una ricerca ha mostrato, infatti, che ogni due secondi lo schermo di uno smartphone si rompe; e la cosa peggiore, sempre secondo questo studio, è che circa un utente su cinque utilizza un telefono con il display con crepe o rotture. Ecco perché, in casa Motorola, sono orgogliosi di presentare il nuovo Moto X Force, che presenta il primo display infrangibile al mondo grazie alla tecnologia Moto ShatterShield.

Moto X Force
Moto X Force

IL VIDEO – Nel comunicato stampa diffuso si legge: “Come per tutti i nostri smartphone, cerchiamo sempre di dare il massimo per offrirvi esperienze uniche e significative al miglior prezzo possibile e, Moto X Force non fa eccezione. Dotato della nostra migliore fotocamera di sempre, una batteria a lunga durata ed altre caratteristiche premium, Moto X Force manda in frantumi le aspettative che abbiamo sui dispositivi di oggi”. Ecco, nel dettaglio, il video che conferma quanto detto dalla casa madre.

Moto X Force
Moto X Force

LE QUALITA’ DEL DISPLAY E DEL PROCESSORE – Le qualità del display Moto ShatterShield: formato da un sistema integrato di cinque strati, che assorbono lo shock dell’impatto, presenta un’alta risoluzione da 5.4” Quad HD AMOLED, che offre una buona resa di foto e video rendendo il 77% di pixel in più dei 1080p.

Moto X Force
Moto X Force

E poi c’è il processore Qualcomm Snapdragon 810 con CPU octa-core, che assieme ad una fotocamera posteriore da 21 MP con zoom rapido e una frontale grandangolare da 5MP con flash per i selfie, rende l’esperienza fotografica ancora più ampia.

LA BATTERIA – La casa, inoltre, ha annunciato che la batteria dura 48 ore ed è coadiuvata dal un rapidissimo caricatore TurboPower, in grado di offrir 13 ore di batteria con soli 15 minuti di carica.

SHARE
Previous articleCoca Cola: miglior brand del 2015
Next articleSmartphone: un anno di Honor

Nasce in Calabria, cresce a Milano. Mezzadro del mestiere, si sente più blogger che giornalista. Una vita trascorsa a pane e calciomercato, segue tutti gli sport ma non ne pratica uno, teoria che ha accompagnato i più grandi giornalisti italiani. Che sia la strada giusta? Forse. Per ora si diletta a fare il giornalista. Con che risultati, decidete voi…

1 COMMENT