A Milano lo stand sull'Olio Extravergine del MIPAAF
A Milano lo stand sull'Olio Extravergine del MIPAAF

A Milano, presso il Centro Commerciale Metropoli, un weekend dedicato all’Olio d’Oliva Extravergine, grazie alla campagna “Olio Extra Vergine. La Sua Ricchezza. La Nostra Fortuna” del MIPAAF, Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.

Antonino Cannavacciuolo
Antonino Cannavacciuolo

A Milano lo stand sull’Olio Extravergine del MIPAAF

In uno stand “bianco-verde” dove campeggiavano i volti noti di Davide Oldani, Antonino Cannavacciuolo e della social influencer Chiara Maci, lo chef Massimo Zaccaria ha accolto gli avventori per offrire assaggi d’autore, tutti con ricette a base d’olio, o prodotti che si accampagnavano con l’olio. Lo stile dell’iniziativa riflette il senso che il MIPAAF a tutta l’operazione: informale e social, per promuovere il consumo di olio extra vergine di oliva e sensibilizzare i consumatori sulla lettura dell’etichetta, indispensabile per conoscere le caratteristiche nutrizionali, la varietà, l’origine e la tracciabilità del prodotto.

 

Chiara Maci
Chiara Maci
Davide Oldani
Davide Oldani

Opera itinerante

La portata è stata di livello nazionale, con stand che nel weekend sono stati protagonisti oltre che a Milano anche a Roma, Bergamo, Napoli, Benevento, Torino, Alessandria, Bari, Genova, Bologna, Modena, Reggio Emilia, Firenze, Venezia, Verona, Padova, Treviso e Palermo.
Molti i cittadini presenti allo stand, che hanno mostrato apprezzamento per l’idea, in primis perché incentrata sulla cultura dell’olio, in un momento in cui tutti vogliono sapere di più su cosa arriva sulle nostre tavole, e poi perché con il buon cibo, ben impiattato, offerto ai passanti non si sbaglia mai.

SHARE
Previous articleTrasporti: è il treno il mezzo più ecologico e veloce in Europa
Next articleApple: apre a Dubai
Nasce in Calabria, cresce a Milano. Mezzadro del mestiere, si sente più blogger che giornalista. Una vita trascorsa a pane e calciomercato, segue tutti gli sport ma non ne pratica uno, teoria che ha accompagnato i più grandi giornalisti italiani. Che sia la strada giusta? Forse. Per ora si diletta a fare il giornalista. Con che risultati, decidete voi...