Alberto Facchini, meglio conosciuto come Microsatira, è uno dei personaggi più apprezzati su Twitter. Nella vita è un ingegnere, ma grazie alle sue battute graffianti ul social network vanta più di 22 mila follower.

Satira e non solo nel suo profilo

Facchini ormai da qualche anno è presente su Twitter, dove ha scelto un nome davvero particolare, Microsatira. Una scelta non casuale visto che il social network è un “microblogging” per la possibilità di non utilizzare più di 140 caratteri in un tweet. L’ingegnere considera l’ironia un vero stile di vita, al punto tale da definirsi “scrittore di microcazzate”.

La sua esperienza su Twitter ha origine addirittura nel 2010. La sua foto profilo è un   chihuahua occhialuto, ossia di un microcane rompipalle e fastidioso.  Un simbolo ideale per rappresentare non solo se stesso, ma anche la satira in genere, fatta da piccoli cani che azzannano al collo grandi dobermann!

In un’intervista rilasciata qualche tempo fa a “Magzine” Facchini aveva rivelato come sia nata l’idea di fare satira sui social network. “Fare satira sui social consente di avere molta più risonanza e presa diretta. Essere letto da tre persone in croce non interessa a nessuno”. Questi strumenti, utilizzati anche dai giovanissimi, consentono di acquisire notorietà in breve tempo.

Una personalità chiara e definita

Microsatira tiene in modo particolare alla sua reputazione online. Chiunque decide di stare su internet, infatti, non fa altro che costruirsi un’immagine social. Questa però non sempre corrisponde a quella reale. Anche su questo Facchini ha le idee chiare su come ci si deve muovere. “Senza voler essere presuntuoso, non credo di essermi mai ispirato o di ispirarmi a nessuno. Nel mio piccolo, anzi micro, credo di essere una sorta di pioniere nell’utilizzo dei social a fini satirici. Nel mio caso questo vale soprattutto Twitter e Tumblr. Per queste piattaforme credo di poter dare qualche buon consiglio per utilizzarli al meglio”.

Almeno per ora preferisce non sbilanciarsi sul futuro. Microsatira ci tiene comuque a ribadire un aspetto rilevante: “Di sicuro il mio profilo, se sarà ancora attivo, manterrà comunque la sua identità. Senza snaturarsi. È una delle regole che mi sono imposto fin dall’inizio”.

Microsatira spiega come affermarsi sul web

Microsatira, grazie al seguito importante raggiunto sul web, non poteva dimenticare di dare consigli utili su come incrementare il proprio successo online. “Penso che per crescere a livello di follower ci vogliano 4 cose: applicazione, pazienza, convinzione e perseveranza“.

Voi le possedete tutte?

 

 

Rispondi