Marco Lupoi: l’uomo che ha trasportato la Marvel e i suoi eroi in Italia

Il mondo del fumetto negli ultimi anni è stato certamente influenzato da Marco Lupoi, il cui nome è indissolubilmente legato agli eroi Marvel

Marco Marcello Lupoi, conosciuto anche come MML, è un editore italiano, primo editor dell’etichetta Marvel Italia ed è celebre per avere portato in Italia i suoi eroi.

Una grande passione per il mondo del fumetto

Il nome di Marco Lupoi è legato in modo indelebile a quello della Marvel Italia, ma sin da piccolo sognava di potersi dedicare all’universo dei fumetti. A 17 anni di età inizia però a coniugare la sua passione all’attività professionale, pur essendo giovanissimo. In quel periodo, infatti, entra a far parte della fanzine Fumo di China. Il primo progetto editoriale importante è la Star Comics, a cui collabora dal 1986 al 1993. Grazie a questa avventura ha il merito di riuscire a riportare in Italia Italia Spider-Man, Devil, Hulk, X-Men, Fantastici Quattro, Cap. e i Vendicatori. Non mancano nemmeno i primi manga di Kodansha e Shueisha.

Lupoi riconosce comunque che, nonostante il periodo difficile vissuto dal fumetto, gran parte del successo attuale è dovuto anche al cinema. Sono numerosi infatti gli eroi Marvel che sono sbarcati anche sul piccolo schermo. Un modo per farli conoscere anche alle giovani generazioni.

Il ruolo alla Panini Comics

Attualmente Marco Lupoi è direttore publishing della Panini Comics, il settore dedicato a fumetto, manga e graphic novel dell’azienda emiliana. All’interno di Panini Comics ci sono tutta una serie di marchi che vanno dalla Marvel ai romanzi. Non mancano nemmeno gli album da colorare e i prodotti dedicati agli adulti. Il compito dell’uomo è di decidere la linea della casa editrice, cosa pubblicare e dove farlo. Oltre a tutti gli accordi relativi al licensing, sempre molto gettonato.

Panini Comics è attualmente attiva in 11-12 Paesi e produce seimila titoli all’anno, di cui 2.500 solo in Italia. Una parte fondamentale della produzione è ovviamente dedicata agli eroi Marvel, ma non manca lo spazio ad esempio per i manga.

L’evoluzione del mondo dei fumetti

Con il passare degli anni il fumetto si è ovviamente modificato e ha dovuto seguire anche gli eventi e le abitudini dei lettori. Come ha rivelato lui stesso tempo fa in un’intervista ad “Affaritaliani.it”, 30 anni fa tutto veniva fatto a mano con la fotocomposizione. Oggi, invece, tutto avviene in modo più semplice e veloce grazie al computer.

Anche il mercato è inevitabilmente mutato. Si è passati dalla vendita attraverso le edicole, dove le tirature erano molto elevate, a una distribuzione più personalizzata. Oggi il numero di copie vendute è certamente minore, ma questo ha comportato un aumento dei prezzi.

I giovani di oggi conoscono i personaggi Marvel soprattutto attraverso i film, ma questo non deve essere considerato un fatto totalmente negativo. A differenza di altre realtà, in casa Marvel è in atto un restart, non un reboot. Si chiudono tutte le storie e le trame che stavando andando avanti da anni e si ricomincia con nuove trame e nuovi team artistici. Tutte le nuove serie sono quindi innovative per cercare di catturare l’interesse delle giovani generazioni, ma senza trascurare i fedelissimi.