Kia Niro: i perché di un successo commerciale

Kia Niro: i perché di un successo commerciale

0 47
Kia Niro
Kia Niro

La nuova Kia Niro si è rivelata subito un successo commerciale per l’azienda coreana. E questo per una serie di motivi, che rendono la vettura piacevole e intrigante. Il suo arrivo sul mercato, inoltre, è un nuovo sorriso per Kia Motors. Che, grazie all’accoglienza del modello ibrido, si è subito inserita in un determinato settore di mercato.

Kia Niro, i numeri del successo

La Kia Niro è stata lanciata ufficialmente sul mercato quest’estate. Da quel momento si sono registrati oltre 23.000 ordini d’acquisto. Il nuovo crossover ibrido di Kia, dunque, è stato subito apprezzato. Tanto che, alla fine di ottobre 2016, si registravano già 5.815 Kia Niro consegnate, con altri 15.000 ordini che saranno evasi entro la fine dell’anno. Una proposta unica sul mercato delle vetture compatte, un’estetica attraente e la versatilità del crossover. A tutto questo c’è da aggiungere anche la motorizzazione ibrida benzina-elettrica. Ecco spiegati i motivi del successo della nuova Niro.

Il motore ibrido

Il gruppo propulsore ibrido parallelo (i due motori funzionano singolarmente o in modo abbinato) utilizza un motore termico 1600 a iniezione diretta e uno elettrico da 32 kW alimentato da batterie ai polimeri-ioni di litio. La potenza è trasmessa alle ruote anteriori attraverso un cambio automatico-sequenziale a doppia frizione a 6 marce. La soluzione del cambio a 6 rapporti presenta numerosi vantaggi rispetto ai più diffusi sistemi a variazione continua. Soprattutto si nota il migliore e più diretto feeling di guida che rende questo modello ibrido particolarmente efficace e divertente in tutte le condizioni di marcia.

Emissioni da competizione

Le emissioni di CO2 certificate per Kia Niro, secondo il ciclo combinato NEDC, sono limitate a 88 gr/km con un consumo corrispondente di 3,8 litri/100 km. Degli esemplari consegnati a oggi al cliente finale il 46% è andato a privati e il 54% alle aziende e alle flotte. L’economicità d’uso ne fa sicuramente un valore aggiunto. Giuseppe Bitti, ad di Kia Motors Italia: “Niro è il modello su misura per i clienti, privati e non, che sono particolarmente attenti a temi come il rispetto dell’ambiente e i costi di gestione – le sue parole – in più, con uno stile distintivo e senza rinunce in termini di comfort e versatilità, è riuscita a fare breccia anche in un mercato come quello italiano che, storicamente, non incentiva da un punto di vista fiscale le auto a basse emissioni”.

NO COMMENTS

Rispondi