Si sente parlare tutti i giorni della mancanza di lavoro e di quanto la tecnologia abbia cambiato i relativi rapporti contrattuali, oltre che le abitudini sociali. Il tema è caro soprattutto a chi si occupa di Marketing e Formazione, discipline fra le quali si inserisce la scuola di Comunicazione IED (Istituto Europeo di Design) a Milano, pronta ad affrontare l’Anno Accademico 2015/2016 in modo ancor più ricco sia in didattica che per quanto riguarda l’inserimento professionale.

AL PASSO COI TEMPI – Fra le novità rientrano piani di studi e lezioni di laboratorio dedicati a realizzare un stretto percorso fra le varie materie trattate, come spiega la direttrice Elena Sacco: “Oggi Comunicazione, Management e Marketing sono territori sempre più connessi e contaminati ed è fondamentale che gli studenti imparino a ragionare in modo non soltanto creativo, ma anche strategico e connettivo, così come richiede il mercato”.

UNA PARTERRE D’ECCEZIONE – A intervenire un Advisory Board di caratura straordinaria, rappresentata da consulenti executive che riusciranno a infondere know-how di matrice internazionale e che vanta tra le sue fila personalità del calibro di Suzana Apelbau, Creative Director di Google, Matteo Battiston, Global Head of Design del Gruppo Loxottica, e Francesco Tortora, Global Brand Director di Gillette.

UNA CRESCITA OLTRE I CONFINI – Figure di richiamo di cui è ovviamente orgogliosa la stessa rappresentante scolastica, che li ritiene “un valore aggiunto peculiare rispetto all’offerta degli altri Istituti perché garantisce ai nostri iscritti non solo la consapevolezza di poter trovare lavoro in Italia – a differenza di quanto avviene nella maggior parte delle facoltà tradizionali – ma anche all’estero, dove il Futuro si crea prima ancora di immaginarlo”.

I PRINCIPI CARDINE – Attorno verterà uno staff di coordinatori di altrettante esperienza, fra cui Ruggero Faggioni (Amministratore Delegato di Attitude) e Marina Pierri (Client Service Director di Piano B), solo per citare due nomi. Un gruppo straordinario, riunito per uno stesso scopo: “IED è da sempre la scuola del saper fare – prosegue Sacco – e per il 2016 la nostra parola d’ordine sarà proprio “Azione”, in tutte le sue derivazioni: InnovAzione, SperimentAzione e OccupAzione. Organizzeremo grandi eventi mensili di confronto e condivisione con opinion leader e professionisti di prestigio, promuoveremo workshop e progettazioni con società all’avanguardia e coinvolgeremo gli studenti in iniziative che diano loro la massima visibilità e il massimo ritorno sia in termini di esperienza che di personal branding”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here