Giovani imprenditori, capaci di innovare e migliorare la vita di tutti. Gente che, per questo, va celebrata. Con statue che, in questi giorni, hanno riempito le vie di Milano, Napoli e Bari. Imprenditori capaci di usare la tecnologia e l’intelligenza artificiale.

Migliorare la vita, si può fare

Svelato il mistero delle due enormi statue comparse a Napoli e Bari e una “in cerca di casa” a Milano. Fanno parte della nuova campagna I AM WHAT I DO, lanciata da Huawei in occasione dell’arrivo in Italia del suo ultimo device HUAWEI Mate 10 Pro, il primo smartphone con intelligenza artificiale integrata. I AM WHAT I DO racconta le storie di chi, grazie all’innovazione tecnologica, ha saputo raggiungere i propri traguardi professionali contribuendo a migliorare concretamente la vita delle persone.

Huawei celebra gli imprenditori

La presenza delle due statue alte ben 12 metri a Napoli e a Bari, erette il 9 novembre, e di una terza statua, avvistata nei luoghi più rappresentativi e trafficati di Milano il 10 novembre, a bordo di camion, ha generato molta curiosità tra i passanti, che hanno utilizzato i profili social per condividere con la community i propri commenti. I volti sono quelli che Huawei, nella campagna I AM WHAT I DO, definisce eroi di domani: Massimo Ciociola, Monica Calicchio e Diva Tommei. Tre imprenditori definiti eroi perché grazie all’audacia, al loro potere visionario e alla tecnologia, hanno dato vita a tre realtà che, già oggi, stanno contribuendo a cambiare la vita di tutti noi.

Huawei Mate 10 Pro, vero protagonista

Protagonista indiscusso della campagna insieme ai 3 “eroi” Huawei Mate 10 Pro. Che, grazie all’intelligenza artificiale, è in grado di ottimizzare le prestazioni dello smartphone e personalizzare la user experience. Massimo Ciociola, CEO e founder di Musixmatch e ha prestato il volto alla statua “errante” che ha vagato tra le strade più importanti di Milano. Monica Calicchio è invece la protagonista della statua situata presso la Rotonda Diaz, a Napoli. Ha fondato Tailoritaly, la prima piattaforma online per personalizzare e acquistare capi di abbigliamento Made in Italy e riceverli direttamente a casa. Infine, presso Largo Giannella a Bari, Huawei dedica la statua a Diva Tommei. Unica italiana a essere indicata dal sito Eu Startups tra le startupper più promettenti d’Europa. Ha inventato Caia, lampada a forma di sfera che si basa sulla tecnologia eliostatica. Capace di intercettare la luce del sole e di ridirezionarla all’interno della casa.