Independence Day

Il 4 luglio è un giorno di festa per tutti gli americani: si celebra infatti l’Independence Day, il giorno dell’Indipendenza degli Stati Uniti. A indicarci alcuni aspetti che caratterizzano questa festività è ABA English, scuola d’inglese online con milioni di studenti.

Independence Day: origini della ricorrenza

Oggi si celebra il 241° compleanno degli USA. Il 4 luglio gli americani ricordano infatti quanto accadde nel 1886: tredici colonie della costa est del Nord America dichiararono la loro indipendenza dalla corona britannica. Questo portò alla nascita di quelli che oggi sono conosciuti come gli Stati Uniti d’America.

La dichiarazione d’indipendenza venne firmata a Philadelphia, in Pennsylvania, all’epoca la città più grande delle tredici colonie. Il presidente del congresso, John Hancock, originario della colonia del Massachusetts, fu il primo a firmare la Dichiarazione.

Il documento è stato redatto da Thomas Jefferson e firmato da 56 delegati delle varie colonie nella Pennsylvania State House, edificio ancora esistente e ora noto come Independence Hall per commemorare lo storico evento. Da allora, la città della Pennsylvania viene soprannominata “The Cradle of Liberty”, ovvero “la culla della libertà”.

Uno dei simboli di questa giornata storica per tutti i cittadini americani è certamente la Liberty Bell. Si tratta di una campana di quasi 300 anni, che sorgeva sulla torre della Independence Hall. Non si sa se la campana abbia rintoccato per annunciare la firma della Dichiarazione, ma da allora è diventata un emblema della libertà.
In base a quanto viene raccontato la campana non viene suonata dal 1846 per paura che possa rompersi. Si teme infatti la presenza di una crepa su un lato e l’età ormai avanzata dell’oggetto.

Independence Day: non c’è festa senza hot dog

In una festa storica come quella del 4 luglio non poteva mancare una tradizione culinaria. Gli americani non possono non trascorrere questa giornata mangiando un hot dog. I numeri sono davvero da capogiro: si mangiano circa 155 milioni, quasi uno ogni due abitanti.
Il tipico panino alla salsiccia bollita è infatti uno dei cibi più consumati durante i festeggiamenti all’aria aperta, insieme a hamburger, pannocchia di mais (“corn on the cob”) e patatine fritte. Queste tradizioni sono un esempio perfetto del “melting pot” americano. L’hot dog è infatti approdato in America nell’800 con l’immigrazione tedesca e polacca. Il nome stesso delle patatine (“French fries”) ricorda invece le origini europee di un altro cibo che tradizionalmente accompagna le celebrazioni.

2 COMMENTS

  1. Thanks for the marvelous posting! I definitely enjoyed reading it, you are a great author.I will make certain to bookmark your blog and may come back down the road. I want to encourage continue your great writing, have a nice weekend!