Per realizzare un futuro più ecosostenibile ciascuno deve fare la propria parte. Governo incluso, che ha stabilito incentivi auto.

LEGGE DI STABILITÀ

Con la Legge di Stabilità 2016 l’esecutivo promuove una serie di agevolazioni nell’acquisto di una nuova vettura, previa la rottamazione di quella precedente. Stanziati 5 milioni di euro di spesa massima in supporto all’intero settore. Preciso e attuale il fine perseguito: la sostituzione di tutti quei veicoli reputati maggiormente inquinanti. Secondo quanto dispone la legge sul comma 86 della Finanziaria, si cerca di incoraggiare la popolazione a cambiare il rispettivo mezzo appartenente alla categoria Euro 0, Euro 1 e Euro 2 con una facente parte ad una classe euro 5 o superiore. L’incentivo arriva fino a una cifra massima di ottomila euro.

SCADENZE

Spiegato poi come tale contributo viene riconosciuto: spetta al concessionario anticipare la somma, attraverso uno sconto sul prezzo finale. Al venditore tale importo sarà poi riconosciuto attraverso un credito d’imposta, che verrà utilizzato come compensazione. L’iniziativa, partita il 1° gennaio 2016, terminerà il prossimo 31 dicembre. Ulteriore restrizione riguarda la data di immatricolazione delle vetture oggetto del contributo. Come spiega il comma 86, la deadline è fissata al 31 marzo 2017.

DATI IN CRESCITA

Le istituzioni dimostrano in maniera concreta l’intenzione di ridurre lo smog. Spesso purtroppo la salute dell’ambiente e dell’uomo sono state messe in secondo piano, a favore di pochi. Le stesse case produttrici ne hanno preso consapevolezza e stanno cercando di rimediare agli errori del passato. Proposte che risultano tra l’altro in linea con il desiderio di dare ulteriore slancio ad un’industria che in questo periodo sembra non sentire la crisi.  Il mercato delle auto continua infatti a registrare un incremento sostanzioso. Registrati negli scorsi mesi dei segnali di crescita, pure durante il mese di Luglio 2016, dato il +2,9% rispetto allo stesso mese dello scorso anno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here