E’ chiamato “Il boss delle torte”,  gestisce la pasticceria Carlo’s Bakery Shop di New York e conduce programmi televisivi di pasticceria e cucina, chi non conosce Buddy Valastro?

In Italia possiamo ammirare le sue creazioni su Real Time con il programma omonimo “Il boss delle torte” (Cake boss) dove Buddy e la sua numerosa famiglia di origine italiana gestiscono la pasticceria, specializzata nella creazione di torte scenografiche per ogni occasione, biscotti, pasticcini, cupcakes e molto altro ancora. Ma non solo, nel programma televisivo “Cucina con Buddy” il boss non si limita alla sola pasticceria ma propone ricette tipiche della sua famiglia, trattando piatti italiani rivisitati con la cucina statunitense.

La famiglia Valastro acquistò la pasticceria nel lontano 1964 ed è stato proprio il figlio Buddy (Bartolo Valastro Jr) a prenderla in carico nel 1994 e ad espandere il business di famiglia aprendo altre pasticcerie. Il cavallo di battaglia e soprattutto il motivo che ha portato tanta notorietà a Buddy anche nel nostro paese sono senza dubbio le torte, infatti si tratta di vere e proprie opere d’arte. Buddy e il suo staff sono in grado di soddisfare le richieste più originali e impensabili dei loro clienti.

Una ricorrenza da festeggiare? Un traguardo raggiunto? L’ apertura di un negozio? Una festa a tema? Senza dubbio questi “artisti” sanno lasciare a bocca aperta i loro clienti proponendo torte d’effetto che è proprio un peccato mangiare.

Visitando il sito www.carlosbakery.com potete consultare il menù e dare un’occhiata alla photogallery.

Se vi trovaste a New York varrebbe proprio la pena fare un salto in questa pasticceria e assaggiare qualcosa. Chi ci è stato pare sia rimasto veramente soddisfatto quindi cosa aspettate?

SHARE
Previous articleGoodyear: pneumatici, gli italiani non sanno
Next articleEmma Marrone: arriverà l’amore

Nasce in Calabria, cresce a Milano. Mezzadro del mestiere, si sente più blogger che giornalista. Una vita trascorsa a pane e calciomercato, segue tutti gli sport ma non ne pratica uno, teoria che ha accompagnato i più grandi giornalisti italiani. Che sia la strada giusta? Forse. Per ora si diletta a fare il giornalista. Con che risultati, decidete voi…