Giornata Mondiale Sclerosi Multipla

Si celebra oggi la Giornata Mondiale della Sclerosi Multipla, che prevede una serie di raccolte fondi per finanziare la ricerca.

Giornata Mondiale della Sclerosi Multipla: tantissimi i casi in Italia

La sclerosi multipla è una malattia che, nel nostro Paese, colpisce circa 114 mila persone, soprattutto giovani. Nel mondo il problema coinvolge addirittura 3 milioni di persone, 600 mila in Europa. E’ la prima causa di disabilità nei giovani dopo gli incidenti stradali. Colpisce una persona ogni 3 ore, viene per lo più diagnosticata tra i 20 e i 40 anni, soprattutto nelle donne.

I primi sintomi, seppure lievi, non devono quindi essere sottovalutati. All’esordio si manifestano soprattutto disturbi visivi, formicolii, intorpidimento degli arti o perdita di sensibilità al tatto. Nonostante i progressi compiuti dalla medicina, è ancora difficile individuare con certezza le cause della patologia.

Al momento non esistono terapie che possono sconfiggere totalmente il problema. Sono però disponibili alcuni trattamenti che riducono frequenza e severità degli attacchi.

Giornata Mondiale della Sclerosi Multipla: l’assistenza è fondamentale

Chi è affetto da sclerosi multipla lamenta di essere alle prese con importanti difficoltà anche nella gestione delle attività quotidiana. La metà di loro ritiene siano da potenziare i servizi di assistenza domiciliare e il supporto economico. Una su due sottolinea invece che fisioterapia e logopedia offerte siano insoddisfacenti per qualità e quantità.

Il 48% delle persone con sclerosi multipla risulta occupato ma di questi il 30% ha dovuto ridurre le ore. Il 27% è stato invece costretto a cambiare impiego a causa dello sviluppo della malattia.

Per il 63% di queste persone, i cambiamenti hanno significato una riduzione del reddito. In mancanza di reali alternative, la presa in carico del malato spesso spetta alla famiglia: il 43% delle persone con sclerosi multipla riceve ogni giorno assistenza informale da familiari. E circa il 5% dei familiari è stato costretto, per questo, all’abbandono o alla riduzione della sua attività lavorativa.

E’ prevista inoltre una campagna mondiale social con l’hashtag #LifewithMS. Chiunque potrà ondividere messaggi e raccontare la sua esperienza, quali siano i sintomi visibili e invisibili e la battaglia per conquistare ogni giorno una vita di qualità.

 

 

2 COMMENTS

  1. My coder is trying to persuade me to move to .net from PHP. I have always disliked the idea because of the expenses. But he’s tryiong none the less. I’ve been using WordPress on numerous websites for about a year and am anxious about switching to another platform. I have heard good things about blogengine.net. Is there a way I can transfer all my wordpress posts into it? Any help would be greatly appreciated!

  2. Wonderful blog you have here but I was curious about if you knew of any community forums that cover the same topics talked about in this article? I’d really love to be a part of community where I can get advice from other knowledgeable people that share the same interest. If you have any suggestions, please let me know. Thanks!