Giornata Mondiale degli Oceani

Si celebra oggi la Giornata Mondiale degli Oceani, introdotta nel 1992 per volere dell’Onu. L’iniziativa viene annunciata a Rio de Janeiro in occasione del Vertice sull’ambiente.

Giornata Mondiale degli Oceani: un’emergenza da non dimenticare

La Giornata Mondiale degli Oceani, conosciuta anche come WorldOceanDay, è pensata con l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione sulla grande quantità d’acqua presente nel pianeta. Preservarla è fondamentale proprio perché si tratta di un elemento presente in diversi aspetti della nostra vita quotidiana, oltre che per le generazioni future.

La situazione attuale non deve essere certamente sottovalutata. Le acque presenti sulla Terra, secondo i dati del centro francese Mercator Ocean, sarebbero infatti sempre più calde. Questo provoca una conseguenza particolarmente rilevante, l’innalzamento del livello a causa dello scioglimento dei ghiacci perenni e artici. Nelle acque si sta verificando anche un processo di acidificazione generato dall’eccessiva presenza di anidride carbonica.

Intervenire il prima possibile con soluzioni efficaci è quanto mai necessario. In caso contrario, sarebbero tantissime le specie marine destinate a non sopravvivere.

Giornata Mondiale degli Oceani: le iniziative più interessanti

Sensibilizzare la popolazione, soprattutto le giovani generazioni, sul problema che coinvolge le acque del pianeta è quindi fondamentale. Le diverse iniziative organizzate per questa giornata nascono proprio con questo scopo.

A Ferrara sarà possibile ritrovarsi presso il laghetto del parco urbano dalle 10 alle 18: qui si terranno alcune lezioni teorico-pratiche sull’abc della vela, in collaborazione con la Federazione Italiana Vela. Sarà inoltre possibile partecipare ai laboratori per conoscere e fare i principali nodi marinari, in collaborazione con Lega Navale Italiana. I più temerari potranno inoltre testare da vicino la situazione attraverso le lezioni subacque, organizzate dal Gruppo Subacqueo Ferrarese. Dalle 18 alle 21 è possibile anche prendere parte alla conferenza divulgativa sulla cartografia storica e l’evoluzione del paesaggio ferrarese, considerato a metà tra terra e mare. L’appuntamento è fissato presso il museo civico di Storia Naturale.

Altri appuntamenti sono previsti all’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale di Trieste, che hanno deciso di coinvolgere in mattinata le scuole. Nel pomeriggio ci si potrà ritrovare alla sede di Via Beirut 2 dove si svolgeranno incontri e dibattiti con gli esperti del centro. Si prosegue alle 18.30 con la visione del film “I segreti del golfo di Trieste” presso il Salone degli Incanti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here