Gallinari, Dieng, Adams e Splitter: NBA senza confini

Gallinari, Dieng, Adams e Splitter: NBA senza confini

0 412
Danilo Gallinari, photo credit: Gallo and T-Mo via photopin (license)
Danilo Gallinari, photo credit: Gallo and T-Mo via photopin (license)

La National Basketball Association (NBA) e la International Basketball Federation (FIBA) hanno annunciato oggi i nomi dei 39 atleti di 23 nazioni che viaggeranno a New York City per il primo Basketball without Borders (BWB) Global Camp. Il camp si terrà dal 13 al 15 febbraio al Baruch College di Manhattan in occasione dell’NBA All-Star 2015 di New York City, con Nike che ricoprirà il ruolo di official partner.

È la prima volta che BWB, il programma di sviluppo della pallacanestro di NBA e FIBA a livello mondiale, si tiene negli Stati Uniti. Il BWB Global Camp diventerà un tradizione annuale durante l’All-Star.

I partecipanti, di età compresa tra i 16 e i 18 anni e provenienti da Africa, Nord e Sud America, Asia e Europa, si alleneranno con una selezione di giocatori e allenatori FIBA e NBA che comprende Danilo Gallinari (Denver Nuggets; Italia; BWB Europe 2003), Gorgui Dieng (Minnesota Timberwolves; Senegal; BWB Africa 2009), Steven Adams (Oklahoma City Thunder; Nuova Zelanda), e Tiago Splitter (San Antonio Spurs; Brasile).

Gli atleti lavoreranno sui fondamentali e sulla preparazione atletica e tattica, e si sfideranno in partite 5vs5 e in gare di abilità e di tiro organizzate dallo staff NBA. Le gare di tiro giornaliere vedranno i partecipanti divisi, in base alla loro regione di provenienza, in quattro team, con il migliore che verrà premiato alla conclusione dei tre giorni. Inoltre, al termine del camp, verrà nominato il BWB Global Camp MVP.

I partecipanti saranno presenti anche al BBVA Compass Rising Stars Challenge, alla State Farm NBA All-Star Saturday Night, e al 64° NBA All-Star Game al Madison Square Garden.

Come parte del programma stagionale per la comunità di NBA Cares All-Star volto a coinvolgere un milione di giovani dei cinque distretti della città con attività fisiche legate alla pallacanestro, gli atleti del BWB Global parteciperanno all’NBA FIT All-Star Celebration, un evento dedicato ai ragazzi di tutta New York City, con il supporto di Kaiser Permanente. I partecipanti al camp prenderanno parte anche a seminari su esperienze di vita vissuta focalizzati sulla crescita caratteriale e sullo sviluppo della leadership.

Il primo evento Basketball without Borders si è tenuto nel luglio del 2001 in Europa. Vlade Divac dei Los Angeles Lakers e Toni Kukoc dei Milwaukee Bucks, insieme ad altri cinque giocatori FIBA/NBA e ad ex compagni di squadra della nazionale Jugoslava, si sono riuniti per lavorare con 50 ragazzi provenienti da Bosnia-Erzegovina, Croazia, ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, Slovenia e Serbia e Montenegro presso La Ghirada a Treviso, Italia. Da allora, Basketball without Borders ha coinvolto più di 2200 ragazzi da 120 nazioni e territori, con 33 partecipanti al BWB che sono stati selezionati al draft NBA nel corso degli anni. NBA e FIBA hanno organizzato 39 camp BWB in 22 città di 19 paesi, in cinque continenti.

Più di 150 tra giocatori attuali ed ex di NBA, WNBA e FIBA, si sono uniti alle circa 140 persone facenti parte dello staff delle 30 squadre NBA per supportare BWB in tutto il mondo.

NO COMMENTS

Rispondi