Ford Smart Mobility: moderne soluzioni di mobilità per le grandi città globali

Ford Smart Mobility: moderne soluzioni di mobilità per le grandi città globali

2 114

I problemi legati alla congestione del traffico non sono stati ancora risolti. Impegnata a farvi fronte, Ford Smart Mobility potenzia le sue risorse.

NAVETTE E BICI

L’Ovale Blu ha annunciato un accordo per acquisire Chariot, società con sede a San Francisco, che si occupa di fornire un servizio navetta su base collettiva. In collaborazione con Motivate, leader mondiale nei servizi di bike-sharing, per studiare soluzioni alternative di trasporto nei centri urbani. Ford, inoltre, ha creato City Solutions, un team dedicato a sviluppare idee innovative per la mobilità.

È SOLO L’INIZIO

Oggi la metà della popolazione globale vive nelle città. Entro il 2030 tale quota salirà al 60%. L’acquisizione di Chariot da parte dell’Ovale Blu sarà la pietra angolare su cui costruire una nuova area di attività relativa al servizio globale di shuttle. Gestiti all’incirca 100 Ford Transit. Il servizio di navetta dovrebbe essere esteso oltre San Francisco in almeno 5 altri mercati nei prossimi 18 mesi. Percorsi effettuati oggi su richiesta a livello collettivo, in futuro opereranno in modo dinamico, impiegando appositi algoritmi. Le biciclette sono un’altra modalità di trasporto assai diffusa per i pendolari nella baia. Ford e Motivate stanno trovando accordi con le amministrazioni locali per aggiungere ulteriori stazioni e incrementare il numero di biciclette a 7.000 entro la fine del 2018. Quando verrà lanciato, il prossimo anno, Ford GoBike sarà accessibile dagli utenti attraverso la piattaforma FordPass.

INGENTE POTENZIALE

“Nella baia di San Francisco è in arrivo una rivoluzione dei trasporti”, ha spiegato Jay Walder, CEO di Motivate. “Questa partnership con Ford dimostra che il bike-sharing non è più solo un’alternativa di trasporto ma è una realtà fondamentale per la creazione di una mobilità smart e on-demand in linea con i nostri valori di equità e sostenibilità”. Ford prevede di sviluppare tecnologie per sfruttare i dati raccolti dalle bike e creare una rete di mobilità interconnessa. Queste potrebbero includere dati in tempo reale, come le condizioni meteo, i modelli di utilizzo e la disponibilità di biciclette, al fine di ottimizzare gli spostamenti.

 

 

2 COMMENTS

Rispondi