Ford Mondeo
Ford Mondeo

Ford sarà presente con la nuova Mondeo, official transportation car, agli Internazionali BNL d’Italia 2015, tappa romana del circuito ATP World Tour Masters 1000 e WTA Tour. L’appuntamento romano con le stelle mondiali della terra battuta si svolgerà a Roma, al Foro Italico, dal 7 al 17 maggio.

Ford metterà a disposizione del più importante appuntamento italiano con il grande tennis mondiale una flotta di 90 Mondeo, che valorizzeranno gli spostamenti di atleti e personalità trasformandoli in esperienze premium e hi-tech.

Presso l’esclusiva Vignale Lounge si svolgerà, oltre alla consueta serie di panel e incontri sui temi rilevanti per il mondo dell’auto, la conferenza stampa di presentazione delle sessioni 2015 del programma Driving Skills For Life, in occasione della quale saranno annunciate location e date dei corsi gratuiti di guida responsabile Ford dedicati ai giovanitra i 18 e i 24 anni.

Lo spazio Ford al Foro Italico, connotato dall’esclusività che caratterizzerà il brand Vignale, la più elevata espressione dell’Ovale Blu in termini di prodotto ed esperienza di acquisto e possesso, anticipa l’atmosfera delle Vignale Lounge che Ford realizzerà in Europa presso i Ford Partner selezionati, dove sarà possibile vivere l’esperienza Vignale, scoprire i materiali più raffinati e le possibili personalizzazioni disponibili per i futuri modelli, a partire dalla Mondeo Vignale, in arrivo quest’anno, e dalla S-MAX Vignale che sarà introdotta a seguire.

Nelle precedenti edizioni, gli Internazionali BNL d’Italia sono stati il palcoscenico per il lancio della Focus Wagon, della B-MAX, della Kuga, e della EcoSport, nonché per il primo reveal al pubblico italiano della nuova Ford Mustang. Oltre alla nuova Mondeo, anche quest’anno, la nuova Ford Mustang sarà la protagonista più glamour delle passeggiate romane al Foro Italico.

SHARE
Previous articleIdee regalo per la festa della mamma
Next articleLazio e Macron: sfida alla Juventus
Nasce in Calabria, cresce a Milano. Mezzadro del mestiere, si sente più blogger che giornalista. Una vita trascorsa a pane e calciomercato, segue tutti gli sport ma non ne pratica uno, teoria che ha accompagnato i più grandi giornalisti italiani. Che sia la strada giusta? Forse. Per ora si diletta a fare il giornalista. Con che risultati, decidete voi...