Ford Motor Company ha inserito il suo servizio di navetta su base collettiva denominato Chariot anche nella città di Londra, dopo il successo e la rapida diffusione già visto in diverse aree urbane degli Stati Uniti. Un progetto, quello di Chariot, che s’inserisce nell’ambito dello sviluppo di soluzioni in grado di rispondere alle sfide dell’attuale mobilità urbana. 

Chariot pronta a sconvolgere Londra

In sostanza Chariot cercherà nuovi percorsi studiati per incontrare al meglio le esigenze di coloro che sono impiegati presso aziende e campus che si trovano in aree al di fuori del territorio cittadino, rendendo il loro spostamento meno stressante. L’idea che sta alla base di questo servizio è aiutare chi è residente in città ma vive in aree più difficili da raggiungere, dove il trasporto pubblico non è facilmente accessibile. Quando è partito il servizio di Chariot permetteva a chiunque di poter coprire il primo e l’ultimo miglio del proprio viaggio in modo rapido e veloce; ora, invece, grazie ad alcune partnership con diverse realtà lavorative, permetterà di raggiungere anche campus aziendali di solito meno serviti dal trasporto pubblico. 

La soddisfazione in casa Ford

“Le aziende sanno che un buon tragitto giornaliero può davvero fare la differenza per la qualità della vita dei dipendenti e del loro lavoro”, ha dichiarato Sarah-Jayne Williams, Director Ford di Smart Mobility in Europa. “Con Chariot forniamo un servizio di trasporto smart ed efficiente, che riteniamo possa avvantaggiare il personale, i datori di lavoro e, contribuendo a ridurre il traffico, giovare anche alla città che li circonda”. Oltre a ridurre i tempi degli spostamenti, Chariot offrirà agli utenti una app per smartphone che consentirà loro di prenotare un posto a bordo e geolocalizzare il proprio veicolo, in tempo reale. I Ford Transit da 14 posti, ad alta efficienza, dispongono di interni spaziosi e climatizzati e consentono ai passeggeri di viaggiare e lavorare in tutta comodità.