Da qualche tempo in qua la tecnologia sta facendo passi da gigante: le opportunità che ci offre sono tantissime e i costi di utilizzo vengono sempre più ridotti. Tutte le varie applicazioni e i programmi messi a disposizione dalla rete sono veramente a portata di tutti, e questo ha fatto del mondo di internet (il “web”) un po’ una giungla in cui bisogna sapersi muovere con estrema cautela. La facilità e l’immediatezza con cui oggi si può accedere ad internet (ogni smartphone ha modo di connettersi alla rete 24 ore su 24, in modalità costantemente “online”) rende ancora più difficile mantenere il controllo dei comportamenti. Questo vale soprattutto se chi ha a disposizione il cellulare è un soggetto che ha bisogno di essere tutelato in qualche modo, perché è un minore o è poco accorto nei confronti degli altri.

Bisogna ricordare che l’arma più pericolosa oggi è proprio il cellulare, dal quale possono partire tutta una serie di attività e di contatti che non dovrebbero – per qualsiasi motivo – essere intrapresi. La tecnologia non è stata insensibile anche a questa nuova esigenza: fatta la legge, scoperto l’inganno dice il vecchio adagio! E come sempre accade quando si aprono nuove frontiere tecnologiche, l’offerta sul web è vastissima: una miriade di siti che millantano applicazioni formidabili nelle prestazioni e allettanti per quanto riguarda i prezzi. Ma come muoversi in questo mare magnum di offerte? Sul topcellularispia.com è possibile ricavare delle informazioni veritiere e dei giudizi totalmente disinteressati e oggettivi su quali siano le migliori applicazioni per tenere sotto controllo un cellulare.

Famiglia, amore, lavoro: beni da tutelare ad ogni costo!

Quando un campo è particolarmente specifico, è sempre meglio affidarsi alle mani di chi ha esperienza e la mette gratuitamente a disposizione. Soprattutto se gli interessi in gioco sono rilevanti, non ci si può permettere di sbagliare. Basta dare una veloce occhiata alle funzioni che queste applicazioni sono in grado di garantire per rendersi conto di quanto preziosi siano gli strumenti che la tecnologia ci offre. Sia in termini di consapevolezza di ciò che accade attorno a noi, attorno alle persone che amiamo o ai collaboratori di cui ci avvaliamo; sia in termini di prevenzione di danni e situazioni che spesso non possono essere più recuperate o salvate.

Una delle opportunità più interessanti che ci offre l’applicazione è quella di accedere alle password utilizzate da un utente per connettersi ai vari siti, social network, etc.. Chi non farebbe un patto con il diavolo per poter controllare la messaggistica su Facebook o Whatsapp di un figlio adolescente, soprattutto se inizia a frequentare compagnie poco raccomandabili? O le chat del proprio partner, quando c’è il rischio che un matrimonio o una relazione vada a monte per la mancanza di comunicazione tra i due, o per l’intromissione di terze persone, che approfittano del momento di crisi per far leva sulla debolezza del partner? E quando il danno è fatto, da recuperare a volte non rimane niente.

SHARE
Previous articleAuto che consumano meno carburante
Next articleLamborghini, le 2 auto che hanno fatto la storia

Nasce in Calabria, cresce a Milano. Mezzadro del mestiere, si sente più blogger che giornalista. Una vita trascorsa a pane e calciomercato, segue tutti gli sport ma non ne pratica uno, teoria che ha accompagnato i più grandi giornalisti italiani. Che sia la strada giusta? Forse. Per ora si diletta a fare il giornalista. Con che risultati, decidete voi…