Esame Patente B: trucchi e consigli per superarlo

Esame Patente B: trucchi e consigli per superarlo

0 159

Sostenere l’esame per la patente B mette sempre un po’ di preoccupazione. Richiesta un’ottima conoscenza su aspetti teorici legati al mondo dell’automobilismo. Qualora si fallisca il test più volte, bisognerebbe inoltre sostenere ulteriori spese per rifarlo. Vediamo come affrontare al meglio la prova, cercando di far centro al primo tentativo.

LEGGETE CON ATTENZIONE

Il superamento costringe a evitare gli errori più frequenti. Almeno 1/3 dei bocciati è stato tradito non dalla mancanza di conoscenze teoriche, ma da altri aspetti. Uno di questi la fretta. Fondamentale leggere bene la domanda prima di rispondere. L’esaminato deve assicurarsi di capirla prima di scegliere la risposta. Questo poiché molte sono a trabocchetto, messe lì soltanto al fine di generare confusione. Leggendo più volte, si può scegliere la risposta corretta con cura. Il tempo per dare l’esame è di circa 30 minuti.

CI VUOLE CALMA E SANGUE FREDDO

Il tempo va speso in modo intelligente. Niente stress emozionale. Importante rimanere calmi, gestire il tempo con tranquillità ed essere sicuri delle proprie conoscenze. Qualcuno che ha studiato può fallire soltanto per colpa delle emozioni o per una fretta ingiustificata. Laddove si senta una preoccupazione eccessiva, è meglio fare un bel respiro e rilassarsi: gli esami non finiscono mai. Nel caso peggiore, sarà comunque possibile ripresentarsi, avendo maggiori chance di farcela.

MAI PECCARE DI PRESUNZIONE

Mai prendere troppo alla leggera la prova, onde evitare di prepararsi male. La bocciatura sarà altrimenti quasi inevitabile. Tocca poi ricordarsi di studiare il Codice della Strada in ciascuna sua parte. Parecchi quesiti, in apparenza banali, durante l’esame teorico hanno già macinato diverse bocciature. Studiato l’intero materiale concesso dall’autoscuola e, sostenute varie simulazioni prima dell’appuntamento clou, l’esame diverrà una mera formalità.

NO COMMENTS

Rispondi