Fly Flot Ergotec
Fly Flot Ergotec

Dopo una giornata fitta di impegni, corse contro il tempo e programmi da finire, è giusto meritarsi un sano relax con il comfort di Ergotec. Perché tutti noi abbiamo necessità di “staccare la spina”, di dire basta e dedicarci a noi stessi. Questo ci aiuta a vivere meglio: perché è certificato che un ottimo riposo permette anche una predisposizione nei confronti della vita quotidiana diversa, un piglio più positivista e, di conseguenza, una stanchezza che si avverte in tono minore.

Perché Ergotec

E, dopo tanta fatica, la pausa. Il relax. La coccola. Un abbraccio speciale, che permetta di sentirsi sicuri, sereni e rilassati. In una parola sola: confortevole. Ed è qui che entra in azione Ergotec: un materiale di produzione al 100% italiana, certificata ISO 9001, realizzato in etilene vinil acetato, una materia elastica, flessibile, isolante, resistente alle basse temperature e alla rottura sotto stress, inodore, completamente atossica e antibatterica. In una sola parola, perfetta per qualsiasi tipologia di utilizzo.

L’idea e il nuovo prodotto

Ed è per questo che un marchio importante e riconosciuto al mondo come Fly Flot, attivo con oltre 30 anni nel settore delle calzature per il benessere, ha deciso di sfruttare questa materia per lanciare una nuova linea di calzature. Delle ciabatte infradito, il cui nome non poteva che essere Ergotec by Fly Flot. E quindi ecco l’innovazione nella protezione del piede da infezioni e malattie e nella tutela della colonna vertebrale da vibrazioni dannose. Prodotto unisex, disponibile in otto colori, ha alle spalle uno studio dell’anatomia e tutta l’esperienza Fly Flot. Una calzatura anatomica, antishock, leggera, e antiscivolo.

Buzzoole

SHARE
Previous articleHuawei P9 lite: prezzo, foto e novità
Next articleSuzuki SV650: la moto per tutti
Nasce in Calabria, cresce a Milano. Mezzadro del mestiere, si sente più blogger che giornalista. Una vita trascorsa a pane e calciomercato, segue tutti gli sport ma non ne pratica uno, teoria che ha accompagnato i più grandi giornalisti italiani. Che sia la strada giusta? Forse. Per ora si diletta a fare il giornalista. Con che risultati, decidete voi...