Compleanno da grande star per eBay, che nel 2015 festeggia i suoi primi 20 anni di vita. Un’azienda capace di cambiare radicalmente il modo di vivere e di pensare della gente, un sito diventato punto di riferimento per chiunque in giro per il mondo.

EBAY, NUMERI DA CAPOGIRO – D’altronde sono i numeri a confermalo: eBay oggi registra 800 milioni di inserzioni attive ogni momento, con 159 milioni di acquirenti attivi nel mondo e 4,5 in Italia. D’altronde chiunque, bene o male, è venuto a contatto almeno una volta con il mondo eBay, sia per curiosità sia perché, magari, ne aveva davvero bisogno. E anche l’Italia recita un ruolo di primissimo piano, visto che il mercato del nostro paese è uno di quelli maggiormente in voga nel panorama internazionale.

LA VOCE DI EBAY – Iryna Pavlova, Responsabile Comunicazione di eBay in Italia, ha spiegato quali sono state le tappe del successo dell’azienda: “Sono stati principalmente cinque i momenti chiave di eBay – le sue prime parole – ovviamente si parte dal suo avvento, quando divenne la prima azienda a dare vita alle transazioni peer-to-peer; le persone potevano commerciare tra di loro anche senza vedersi e senza limiti territoriali. Poi l’introduzione, ovviamente, delle aste online quale nuova forma di commercio, all’interno di un movimento che verteva tutto sull’incontro di persona. E poi il sistema di feedback, precursore di tutte quelle aziende che si basano su questo modo di interagire oggi”.

EBAY E PAYPAL, MATRIMONIO VINCENTE – Poi, nel 2002, ci fu l’acquisizione di Paypal: “E qui, oltre al commercio online, eBay aggiunse anche il modello di pagamento online – prosegue Iryna Pavlova – e poi la nostra App, lanciata nel 2008 e scaricata 270 milioni di volte”. Attualmente l’80% del venduto sono prodotti nuovi, segno che ormai si è trapassata anche l’idea dell’inserzione su eBay vista come luogo dove poter “svuotare l’armadio” vendendo materiale usato.

EBAY, IL MERCATO IN ITALIA – In Italia i numeri dicono che su eBay si vendono 74 prodotti al minuto per un totale di 55 milioni di articoli disponibili in 7.000 categorie. La vera forza del sito risulta dunque essere la community, con i suoi 159 milioni di acquirenti nel mondo che ogni giorno fanno transazioni non solo a scopo d’acquisto, ma contribuiscono anche a buone cause. Da oggi, infatti, è attiva sul sito anche la sezione per le aste di beneficenza, completamente gratuite, semplici ed immediate. D’altronde la solidarietà è sempre stata un pilastro di eBay, che sin dall’inizio ha creduto nella potenzialità di questa community speciale. Dal 2001 ad oggi sono state circa 500 le associazioni no profit che hanno raccolto con aste di beneficenza oltre 8,5 milioni di euro; aste dove non c’è nessuna commissione e il 100% del ricavato va alle associazioni.