La spiaggia di Soverato
La spiaggia di Soverato

L’Italia è tutta bella, lo sappiamo. Poi, però, come sempre, ci sono zone d’eccellenza, aree turisticamente importanti, apprezzate in tutto il mondo. Che fanno della nostra penisola una delle più amate a livello internazionale per il flusso turistico.

Il Consiglio riparte dal turismo

Una di queste, o meglio, una delle regioni in assoluto più gradite a livello di incoming mondiale è la Calabria, terra di contrasti e di meraviglie. E lo dimostrano, ancora una volta, i dati relativi al turismo 2017. Anno in cui è stata premiata con record di presenze, soprattutto straniere, e con hotels, resort e villaggi turistici come il Minerva Resort praticamente sempre sold out. Bene anche i B&B, le case vacanza, gli alberghi più piccoli nei borghi caratteristici, gli agriturismo in campagna e i nuovi cohousing, strutture particolari dove poter alloggiare in autentico stile locale.

Ben sette le bandiere blu italiane in Calabria

Lo scorso anno, sono state ben 7 le bandiere blu della Foundation for Environmental Education assegnate al mare di Calabria, a comprova dell’eccellenza dell’aspetto naturalistico e paesaggistico di questa regione, sempre più attenta allo sviluppo di attività turistiche mirate alla soddisfazione dei suoi visitatori: Soverato, Roseto Capo Spulico, Praia a Mare, Trebisacce, Cirò Marina, Melissa e Roccella. Per non limitare, però, lo sviluppo turistico ai soli 3 mesi canonici estivi, il progetto di sviluppo calabrese prevede una legge per la destagionalizzazione. E, proprio recentemente, lo scorso 18 gennaio, è stata convocata un’assemblea per discuterne i particolari. Il Consiglio regionale, nel corso della riunione assembleare, ha trattato i tre punti nell’ordine del giorno.

Tanti problemi, molte soluzioni

Il primo non riguarda la materia ma si riferisce ad un innovativo programma di istituzione per i detenuti. Si tratta dell’esame abbinato del progetto di legge 34/10 (dietro iniziativa del consigliere Nicola Irto) riguardo alla “Istituzione del Garante regionale delle persone sottoposte a misure restrittive o limitative della libertà personale” e del progetto di legge 221/10 (del consigliere Franco Sergio) per quanto riguarda l’istituzione del Garante regionale delle persone sottoposte a misure restrittive o limitative della libertà personale e dell’Osservatorio regionale per le politiche penitenziarie. Il terzo punto (del secondo parleremo dopo) si riferisce ad una proposta di provvedimento amministrativo. Recante la designazione di due componenti nel Comitato dei garanti per l’accoglienza dei richiedenti asilo, dei rifugiati e sviluppo sociale, economico e culturale delle comunità locali.

Il turismo tutto l’anno

Per quanto riguarda, invece, l’argomento del turismo, relativo in particolare al progetto di ampliare il periodo di offerta per gli ospiti italiani e stranieri, al fine di non concentrare idee, iniziative e proposte solo in estate, ma estendendoli 12 mesi all’anno, è stato presentato il secondo punto dell’OdG. Vale a dire la  proposta di legge n.299/10, di iniziativa diretta della giunta regionale calabrese. Improntata su “Incentivazione dell’incoming turistico attraverso i trasporti aerei, ferroviari, su gomma e via mare, a sostegno della destagionalizzazione”, il cui relatore è stato il consigliere Giuseppe Aieta.

Il New York Times cita la Calabria

E non potrebbe che essere così. Protagonista della fiera del turismo di Shanghai 2017 e  segnalata nella top list di Rough Guides. Citata persino dal New York Times come meta imperdibile per lo scorso anno, specie per meriti enogastronomici. La Calabria ha ormai scoperto di essere diventata una destinazione cult per europei, cinesi, americani e non solo. Restando comunque un ottimo punto di riferimento anche per il turismo nazionale. Quello che conta è dilazionare gli ingressi 365 giorni all’anno. Rendendo gli stessi servizi d’estate come d’inverno, al fine di creare una rete di ingressi capillare e continua. In una delle regioni più belle della nostra Italia.