Clemente Russo, photo credit: World Series Boxing via photopin ccWorld Series Boxing via photopin cc"/>
Clemente Russo, photo credit: World Series Boxing via photopin cc

 La grande boxe internazionale raggiunge Catania dove venerdì 30 gennaio a partire dalle 20.45 si disputeranno le finali AIBA Pro Boxing, categoria 91 Kg. Lanciata nell’ottobre 2014, l’APB offre agli atleti, non solo la possibilità di migliorare il loro record in carriera, ma anche di assicurarsi le qualificazioni olimpiche in più occasioni (20 extra card offerte dall’AIBA).  Tra i cinque incontri in programma durante questa entusiasmante serata di boxe, spicca senza dubbio quello che vedrà impegnato Clemente Russo. Per il pugile azzurro, oro ai mondiali di Almaty 2013 e due volte argento alle Olimpiadi di Pechino 2008 e Londra 2012, questo appuntamento diventa infatti fondamentale per centrare l’accesso alle Olimpiadi di Rio, oltre che per raggiungere la finalissima AIBA che si terrà il prossimo settembre.

Clemente Russo, photo credit: <a href="https://www.flickr.com/photos/worldseriesboxing/5775539173/">World Series Boxing</a> via <a href="http://photopin.com">photopin</a> <a href="http://creativecommons.org/licenses/by-nd/2.0/">cc</a>
Clemente Russo, photo credit: World Series Boxing via photopin cc

Tatanka”, celebre soprannome del pugile che Clemente ha interpretato nell’omonimo film del 2011, salirà sul ring alle 22.45 per combattere contro Aleksey Egorov, arcigno pugile russo. L’incontro sarà annunciato live da Dj Ringo, il Ring Announcer e Speaker della serata. In platea, come rappresentante e massima autorità dello sport italiano, sarà presente il Segretario Generale del CONI Roberto Fabbricini.

SHARE
Previous articleIl grande ritorno di Maurizio Costanzo
Next articleSerie A: le celebrazioni dell’album Panini
Nasce in Calabria, cresce a Milano. Mezzadro del mestiere, si sente più blogger che giornalista. Una vita trascorsa a pane e calciomercato, segue tutti gli sport ma non ne pratica uno, teoria che ha accompagnato i più grandi giornalisti italiani. Che sia la strada giusta? Forse. Per ora si diletta a fare il giornalista. Con che risultati, decidete voi...

Rispondi