Claudio Bisio

Spegne oggi 60 candeline Claudio Bisio, un personaggio che ha mostrato le sue doti di artista a 360 gradi. Celebri infatti le sue interpretazioni nelle vesti di attore comico, ma anche i ruoli da presentatore in Tv.

Claudio Bisio: i primi passi nel cabaret poi cinema e tv

Claudio Bisio nasce il 19 marzo 1957 a Novi Ligure, in Piemonte. Si trasferisce poi sin da piccolo insieme alla famiglia a Milano, in zona Melchiorre Gioia, nei pressi dell’attuale sede della Regione Lombardia. Sin dal periodo dell’università (dà solo diciassette esami alla facoltà di agraria prima di mollare tutto) manifesta una forte passione per il teatro. Questa lo spinge a frequentare la civica scuola del Piccolo Teatro, per poi approdare sul palco del mitico Derby.

Non mancano nemmeno le interpretazioni nel ruolo di attore. Qui mette in mostra soprattutto la sua ironia. Celebri ad empio i film “Benvenuto al Sud” e “Benvenuto al Nord” dove recita al fianco di Alessandro Siani. Nel suo curriculum vanta però anche un ruolo drammatico, che lo fa entrare di diritto nella storia del cinema. Bisio è infatti nel cast di “Mediterraneo”, film che negli anni novanta conquista l’Oscar come miglior film straniero. Al suo fianco un grande amico come Diego Abatantuono. La regia della pellicola è invece curata da Gabriele Salvatores.

Il pubblico televisivo è legato a lui anche per le numerose conduzioni di “Zelig” al fianco di Michelle Hunziker e Vanessa Incrontrada. In quel periodo il programma registrava veri picchi di ascolto in prima serata. Attualmente è uno dei giurati di “Italia’s got talent” in onda su Sky Uno.

Claudio Bisio: i miei primi 60 anni

Tagliare un traguardo importante come quello dei 60 anni di età inevitabilmente spinge chiunque a fare un primo bilancio della propria vita. Anche Bisio non ha voluto esimersi. In una recente intervista rilasciata a “Io Donna” ha quindi voluto raccontare le sue sensazioni, anche se non si sente certamente “vecchio”: Io mi sento uno splendido 40enne, come lo ero a vent’anni, quando già pelato tentavo la strada del teatro. Ma se proprio devo fare un bilancio allora posso dire che è ottimo. Se guardo al passato non ho rimpianti. Ho seguito i miei sogni e ho avuto la fortuna di non arrivare al successo presto. Per i primi 10 anni ho fatto solo teatro: pochi soldi e una grande lezione di vita”.

Bisio viene da una famiglia semplice, mamma maestra e papà commerciante, ma è la dimostrazione che chi ha talento riesce poi ad emergere: Dopo la scuola, Gabriele Salvatores mi scritturò senza farmi nemmeno il provino. Non posso dire di aver fatto fatica e sicuramente ho avuto fortuna. Anche la televisione mi capitò senza che l’avessi cercata: iniziai su Italia 1, in seconda serata, molto in sordina. Fu un successo e ci spostarono su Canale 5 in prima serata. Anche per i film che ho fatto, i riconoscimenti sono arrivati inaspettati: l’Oscar a Mediterraneo o il successo di Benvenuti al sud. Vi farei vedere le facce incredule che avevano i produttori… È bello essere dei piccoli Davide contro Golia”.