Cadillac Ats-Vr
Cadillac Ats-Vr

Oggi, con l’ufficializzazione di un’auto da corsa tutta nuova, la Cadillac ATS-V.R, nasce la futura generazione di modelli Cadillac V-Series ad alte prestazioni. Pronta ad affrontare la stagione di gare nel 2015, la nuova Cadillac ha debuttato al Circuit of the Americas, uno degli autodromi più importanti del paese. La ATS-V.R è il modello da corsa della futura Cadillac ATS-V Coupe 2016. Vettura che porterà nel primo modello di mid-size ad alte prestazioni del marchio, l’esperienza tecnica accumulata in oltre dieci anni con le V-Series. La ATS-V Coupe sarà presentata la settimana prossima, accanto alla ATS-V berlina, al Salone dell’Automobile di Los Angeles e arriverà sul mercato americano la prossima primavera, pronta ad affrontare i circuiti.

La nuova ATS-V.R da 600 cavalli rispetta le specifiche internazionali FIA GT3, e con questo ricercato pedigree potrà competere in più di 30 diverse categorie GT in tutto il mondo. Altri marchi di questa classe ultra-competitiva sono Aston Martin, Audi, Bentley, BMW, Ferrari, Lamborghini, McLaren e Porsche. La FIA è l’ente che governa gli sport motoristici a livello mondiale e la classe GT3 costituisce la categoria relativa alle auto da corsa derivate da modelli di produzione. «La V-Series è la massima espressione della crescita dei contenuti dei prodotti Cadillac», ha dichiarato Johan de Nysschen -presidente Cadillac-. «Elevare e ampliare la V-Series rappresenta il prossimo logico passo nella crescita di Cadillac, in cui rientra questa nuova vettura da corsa sviluppata secondo le specifiche GT3, che ci consente di entrare nel mondo delle corse a livello globale». Il cuore della ATS-V.R è il LF4.R, la versione da corsa del Twin Turbo 3.6L V-6 montato sulla pluripremiata Cadillac CTS Vsport. Tra le caratteristiche tecniche appositamente sviluppate per le specifiche della GT3 da corsa troviamo i due turbocompressori BorgWarner di dimensioni maggiori; un intercooler di capacità superiore; la gestione del motore da competizione e uno scarico diretto a uscita laterale. La leggerezza di monoblocco e testata in alluminio è bilanciata dal gruppo cambio-differenziale posteriore, unico nelle vetture da corsa, che assicura alla ATS-V.R una distribuzione delle masse del 49% all’anteriore e del 51% al posteriore. «Quest’auto ha un suono cattivo e urla come se stesse lacerando l’aria. La adoro», ha
aggiunto Andy Pilgrim -pilota Cadillac Racing-. «Per la prima volta abbiamo il cambio a leve e me lo sto proprio godendo. La coppia del motore è notevole, come sempre, e consente di uscire dalle curve con grande trazione». Tra le numerose modifiche apportate per rispettare le specifiche FIA GT3, i passaruote della ATS-V.R sono stati riprogettati per contenere gli pneumatici, le cui dimensioni sono imposte dalla FIA. Tra le altre modifiche vi sono il kit aerodinamico che dona alla ATS-V.R un aspetto potente, e lo splitter anteriore in fibra di carbonio –accoppiato agli elementi aerodinamici montati agli angoli– che garantisce l’aerodinamica all’anteriore. Il fondo completamente piatto dirige l’aria sotto la vettura verso i diffusori posteriori, contribuendo a creare un effetto di deportanza che consente agli pneumatici da corsa da 18 pollici di restare incollati all’asfalto. Dalla sua fondazione nel 2004, Cadillac Racing ha ottenuto 26 vittorie, 91 podi (comprese le vittorie) e 22 pole position con la CTS-V berlina e la CTS-V coupé. Cadillac ha vinto per ben cinque volte il campionato costruttori Pirelli World Challenge, aggiudicandosi le ultime tre stagioni della serie, oltre a quelle del 2005 e del 2007. I piloti del team Cadillac hanno conquistato il campionato piloti Pirelli World Challenge nel 2005 con Pilgrim e nel 2014, 2013 e 2012 con Johnny O’Connell. «La Cadillac ATS-V.R è la nostra miglior “espressione” da oltre 170-mph per la prossima generazione di Cadillac V-Series», ha sottolineato O’Connell. «Oltre alla potenza, il pacchetto aerodinamico dovrebbe risultare molto efficiente nelle curve veloci. Non vedo l’ora di farla sfogare».