Battlehack: vittoria per il team italiano

Battlehack: vittoria per il team italiano

0 525
Battlehack
Battlehack

PayPal e Braintree hanno annunciato il vincitore del premio BattleHack Series, manifestazione le cui finali mondiali si sono svolte presso la sede PayPal nella Silicon Valley; ospitate 14 squadre di sviluppatori da tutto il mondo, ovvero i vincitori dei concorsi BattleHack regionali. Alle Finali Mondiali, i concorrenti avevano il compito di creare un’applicazione che incorporava PayPal, Braintree o Venmo API, con l’inclusione di un elemento di bene sociale.

BATTLEHACK, LA VITTORIA E’ DI VENEZIA – I 100.000 dollari del premio finale sono stati assegnati alla squadra da Venezia: Caterina Vidulli, Cristy Gutu, Cristiano Griletti (Mastro Gippo) e Sara Spadafora. Il secondo posto è andato alla squadra di Toronto: Alex Christodoulou, Christopher Larsen, Ernst Riemer e Maya Kennedy. Terzo posto per il team di Singapore: Amulya Khare, Arvin Sabu Joseph, Mohit Kanwal e Rajul Gupta.

CHE COSE’ IFCAR – Il prodotto della squadra di Venezia, chiamato ifCar, è stato elaborato sia lato hardware che software per rendere le automobili più intelligenti utilizzando una combinazione di sensori, dati ambientali e contestuali, e le preferenze degli utenti. La tecnologia ha un enorme potenziale, aiutando i genitori a monitorare bambini o animali domestici in macchina mentre si fanno commissioni, e impedendo ai criminali di rubare automobili con successo.

IL SUCCESSO DI VENEZIA“Siamo eccitati di aver vinto il primo premio di Braintree e PayPal al nostro primo anno di partecipazione al concorso – le parole del team da Venezia – il nostro mod è stato ispirato dal nostro viaggio in California per le Finali Mondiali. ifCar risolve problemi attingendo ai dati del veicolo e di controllo per mantenere i problemi comuni associati con guida”.

CONCORSO IN 14 CITTA’ – Le Finali Mondiali di questo fine settimana a San Jose hanno chiuso l’edizione 2015 di BattleHack, giunto al terzo anno. L’edizione globale 2015 ha visto concorsi regionali in 14 città: Atene, Berlino, Chicago, Londra, Los Angeles, Melbourne, New York City, Raleigh, Singapore, Stoccolma, Tel Aviv, Tokyo, Toronto e Venezia. In ogni città, squadre erano giudicati da una giuria di sviluppatori locali, tecnici e influencer che hanno scelto i vincitori in base alla qualità dell’idea, esecuzione, l’innovazione e l’esperienza complessiva dell’utente dell’app. Le squadre vincitrici sono volate poi a San Jose per competere nelle finali mondiali.

NO COMMENTS

Rispondi