Il giorno è fissato. Venerdì 16 settembre arriverà nei negozi l’iPhone 7. Andiamo a vedere cosa aspettarci dal melafonino.

IMMANCABILE LA GAMMA PLUS

Apple scenderà nuovamente in campo a settembre, sulla linea di una tradizione ormai consolidata. Voci che il rinomato blogger Evan Blass rilancia, che addirittura si sbilancia sulla data d’uscita. Intanto, è già stato confermato come anche stavolta i due modelli realizzati, ribattezzati iPhone 7 e iPhone 7 Plus, usciranno in simultanea. Pochi giorni fa si raccontava di una più potente versione Pro, con doppia fotocamera posteriore. Ipotesi smentita in seconda istanza: a quanto pare, l’azienda di Cupertino ha previsto due, e due soli, iPhone 7 entro fine 2016. Comunque metteranno a disposizione fotocamere molto simili a quelle del ventilato 7 Plus. Questo è almeno quanto lascia supporre uno scatto “rubato”.

I RITOCCHI

Qualora le indiscrezioni trovassero conferma, l’annuncio ufficiale verrà dato all’IFA, prestigiosa kermesse di settore, a cui parteciperanno brand globali quali Sony, LG e Samsung. Inedito device, con ridisegnate linee di antenna, dai significativi miglioramenti interni. Sensazione diffusa è che Apple preferisca apportare lievi modifiche. Timore pienamente comprensibile: il rischio è di rifilarsi un clamoroso autogoal. Così com’è piace già alla clientela, piuttosto interessata a scoprire futuristiche funzionalità. Verte proprio su questo aspetto la strategia intrapresa dall’azienda californiana. Intenzionata a garantire protezione maggiore, recuperando terreno su Samsung Galaxy S7 e HTC 10, gli smartphone attualmente più apprezzati dalla critica.

CHIP, RAM E MEMORIA

A detta di 9to5Mac, la nuova generazione di iPhone conterà su chip A10 con CPU e GPU più veloci, 3GB di RAM l’opzione di archiviazione da 256GB e resisterà all’acqua. Il Wall Street Journal ha invece recentemente rivelato che Apple manterrà 32GB come memoria base, lanciando anche le varianti da 64GB e 256GB, per chi va alla ricerca di una memoria molto capiente, quasi infinita.