Angela Finocchiaro: freschezza femminile da 60 anni

Angela Finocchiaro: freschezza femminile da 60 anni

0 276
Finocchiaro

“Quando torno a casa la sera… mi piace trovare mio marito con i fiori in mano… e la cena già pronta. Per questo… ho scelto di utilizzare… allucinogeni”

La società fortunatamente si è evoluta e per le donne è sempre meno complicato far valere le proprie capacità in settori precedentemente contraddistinti dalla larga maggioranza di uomini. La comicità non è esclusa da questo progresso, anche grazie al contributo di brillanti esponenti come Angela Finocchiaro.

L’AFFERMAZIONE AL CINEMA – Nata il 20 novembre 1955 a Milano, calca i primi palcoscenici a partire dagli anni ’70, componente della compagnia teatrale “Quelli di Grock”, avvezza a rappresentazioni surreali quali “Spariamo alle farfalle” e “La città degli animali”. Il decennio seguente si apre con “Ratataplan”, film che la consacra, diretta da Maurizio Nichetti, per il quale partecipa più avanti al programma tv Quo vadiz, realizzato anche da Gabriele Salvatores.

UN TALENTO COMPLETO – Il teatro le porta comunque ancora fortuna, dati i buoni riscontri ottenuti dal suo “Panna acida”, gruppo particolarmente apprezzato negli spettacoli “Scala F” e “Viola”, non solo portati in giro per l’Italia, ma pure in Colombia e filmati dalla stessa Rai, convinta a riprodurre sul piccolo schermo queste eccentriche esibizioni. Interprete di “La stanza dei fiori di china”, ispirato al romanzo “Fiori per Algernon” di Daniel Keyes, rientra nel cast di “Zanzibar”, sit-com italiana trasmessa da Italia 1 dove compare nel ruolo della cinica cameriera Maria.

RISATE E COMMOZIONI – Continuata la collaborazione assieme a Nichetti in “Volere Volare”, è tra i personaggi chiave del drammatico “Il muro di gomma”, pellicola girata da Marco Risi riguardante la strade di Ustica. Il nuovo millennio le riserba poi varie opportunità, a partire dai divertenti programmi “Zelig” e “Mammamia!”, ma soprattutto l’opera cinematografica “La bestia nel cuore”, per cui riceve in qualità di miglior attrice non protagonista il Nastro d’Argento e il David di Donatello (riassegnatole per “Mio fratello è figlio unico” di Daniele Luchetti).

LE RECENTI PRODUZIONI – Apprezzata sul fronte teatrale in “Miss Universo” di Walter Fontana, durante gli ultimi anni appare in “Benvenuti al sud”, “La banda dei Babbi Natale”, “Indovina chi viene a Natale?” e “Un boss in salotto”, ciascuno in grado di realizzare ottimi incassi al botteghino.

NO COMMENTS

Rispondi