Loading...

Ricorre oggi il trentesimo anniversario della scomparsa di Andy Warhol, scomparso a soli 59 anni. Le sue opere sono una pietra miliare nella storia del Novecento.

Loading...

Andy Warhol: la sua importanza nella storia dell’arte

Andy Warhol nasce nel 1928 a Pittsburgh, in Pennylvania. Era il quarto figlio di una famiglia immigrata proveniente dalla piccola città di Mikó, a nord-est della Slovacchia. Inizialmente si trasferisce negli USA solo con il papà, poi li seguirà anche la mamma.

All’artista si deve la nascita della “pop art”, movimento che sfrutta le immagini della comunicazione di massa e della pubblicità come fonte di ispirazione. Ancora oggi lo ricordiamo proprio per la sua capacità di riprodurre in copie identiche il soggetto delle sue opere. La sua concezione dell’arte è molto particolare per l’epoca. Secondo Warhol, infatti, l’arte va “consumata”, come qualsiasi altro prodotto commerciale.

Ancora oggi, nonostante il passare degli anni, è facile ricondurre alla mente diversi lavori. I più celebri le serigrafie che ritraggono Marilyn Monroe (1967) e le serie dei Barattoli della Campbell’s Soup (1962). Non possiamo dimenticare nemmeno i ritratti di Mao Tse Tung (Mao, 1973) e del pugile Muhammad Alì (1977).

Le sue tante passioni gli hanno permesso anche di dare un contributo importante alla musica rock. E’ stato lui infatti a disegnare la banana sulla copertina di “The Velvet Underground & Nico”(1967). Un vero cult per gli amanti del genere.

Warhol è stato anche autore di lungometraggi sperimentali,. In uno di questi, dal titolo “Sleep” (1963) si vede un uomo che dorme per 5 ore e 20 minuti, Nel 2004 l’artista e regista britannica Sam Taylor-Wood ne ha tratto ispirazione per la sua video-opera “David”, in cui la telecamera riprende il riposo del calciatore David Beckam.

Loading...

Andy Warhol: a Matera una mostra a lui dedicata

La città di Matera ha deciso di rendere omaggio con un’iniziativa particolare al talento di un’artista spesso discusso come Warhol. Nella città della Basilicata, Capitale Europea della Cultura per il 2019, si terrà infatti una mostra dal titolo ‘Made in Usa by Andy Warhol’. A curare l’esposizione è il critico d’arte Graziano Melanoscina.

L’evento è previsto dal 26 febbraio al 26 marzo presso la Fondazione Sassi, in via San Giovanni Vecchio 7, nel rione Sasso Barisano. La mostra potrà essere visitata dal lunedì al giovedì, dalle 12 alle 18, e da venerdì a domenica, dalle 10 alle 18.

Melanoscina ha voluto spiegare meglio cosa potranno vedere da vicino i visitatori: “La retrospettiva presenta un percorso completo di tutto il lavoro svolto nella carriera dell’artista. Si va dalla serie di polaroid, alle icone e i ritratti. Non mancano nemmeno gli oggetti e i manifesti pubblicitari, gli strumenti musicali e i vinili. a coloratissima serie dei Flowers e degli Space Fruit, la fantomatica serie di personaggi dei fumetti Myths, sino agli intramontabili Self Portrait. L’utilizzo di colori accesi e contrapposti, l’esaltazione di idoli rappresentativi in uno schema che si può riassumere nei concetti base di bellezza-potere-moda, il consumismo, la ripetitività, l’arte di Andy Warhol è insomma la raffigurazione di un’epoca attraverso le sue immagini chiave”.

Andy Warhol: lo speciale di Sky Arte

Sky Arte ha deciso di onorare al meglio l’anniversario della scomparsa di Andy Warhol. Il primo episodio di “I detective dell’arte”, serie che punta ad analizzare il reale valore di numerose opere, ci si concentrerà proprio sui lavori del celebre artista.

Anche in questa occasione Curtis Dowling e i suoi collaboratori si occuperanno di rintracciare la paternità di alcuni dipinti. I protagonisti del programma cercheranno così di analizzare l’originalità o meno di un acquarello di Andy Warhol

1 COMMENT

Rispondi